Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Primo piano
Gazzetta - Juventus, l'ostacolo si chiama indice di liquidità: può frenare il mercato in entrataTUTTO mercato WEB
lunedì 11 dicembre 2023, 18:40Primo piano
di Alessandra Stefanelli
per Tuttojuve.com

Gazzetta - Juventus, l'ostacolo si chiama indice di liquidità: può frenare il mercato in entrata

La Gazzetta dello Sport sul proprio sito approfondisce la situazione finanziaria della Juventus. Sul club bianconero incomberebbe infatti lo spettro dell'indice di liquidità, il parametro che mette a rapporto attività e passività correnti e dunque la capacità di far fronte agli impegni finanziari nei 12 mesi successivi. Secondo la rosea al momento la Juventus sarebbe frenata da questo numero.

Al 30 settembre, infatti, il club ha riportato attività correnti per circa 85 milioni e passività correnti per circa 500, per un indicatore di liquidità inferiore a 0,2, molto distante dallo 0,6 richiesto. A pesare il bond da 175 milioni in scadenza a febbraio (che non verrà rinnovato) e le rate da pagare per gli acquisti delle campagne precedenti (oltre 80 milioni la quota corrente). Come ripianare la carenza finanziaria dell’indicatore di liquidità? In base alle Noif è possibile attraverso un “incremento di mezzi propri”, e cioè versamenti di capitale o finanziamenti infruttiferi dei soci. Ecco, la Juve ha appena varato una nuova ricapitalizzazione da 200 milioni, la terza in quattro anni, che verrà realizzata nel primo quadrimestre del 2024. Exor, l’azionista di riferimento, il 27 ottobre ha già versato 80 milioni in conto futuro aumento di capitale annunciando che ne inietterà altri 48 entro il 31 dicembre. Questi 128 milioni, tuttavia, non basteranno per ristabilire l’indicatore di liquidità nella misura minima. Bisognerà aspettare il completamento dell’aumento di capitale e l’estinzione del bond per riportare il famigerato rapporto sopra la soglia richiesta dalla Figc: ciò emergerà presumibilmente nel prospetto contabile al 31 marzo 2024, propedeutico alla finestra di mercato dell’estate.

La via d'uscita per gennaio sarebbe il piazzamento di qualche giocatore in uscita sul mercato, che darebbe la liquidità per comprare.