Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / juventus / Nato Oggi...
Massimiliano Allegri, dalla fuga sull'altare ai trionfi con la Juventus. Fino al ritornoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 11 agosto 2022, 05:00Nato Oggi...
di Lorenzo Di Benedetto

Massimiliano Allegri, dalla fuga sull'altare ai trionfi con la Juventus. Fino al ritorno

Padre Ermenegildo racconta che la mattina alle 11 ricevette una chiamata. "Questo matrimonio non s'ha da fare". Era il padre di Massimiliano Allegri, venticinque anni allora, centrocampista del Pescara. Max decise, a poche ore dalle Nozze, di scappare. Di non sposare Erika e di rifugiarsi dal suo padre calcistico, Giovanni Galeone. Un incipit sui generis ma utile per raccontare meglio il personaggio Allegri, uno che da calciatore non ha raccolto grandissime soddisfazioni ma che ha saputo rifarsi, con gli interessi, da allenatore. Livornese verace dall'intercalare pronunciato e dalla spiccata personalità, ha iniziato con la panchina dell'Aglianese, poi Spal, Grosseto con patron Camilli, Udinese come collaboratore tecnico, Lecco, Sassuolo e Cagliari, la prima esperienza di altissimo livello che di fatto lo ha fatto conoscere al grande calcio. La sua saggezza tattica lo portò sulla panchina del Milan, dove rimase dal 2010 al 2014 vincendo un campionato e una Supercoppa. Poi, nell'estate del 2014, il passaggio a sorpresa alla Juventus. Inizialmente accolto da qualche fischio (eufemismo), Allegri ha saputo conquistare la fiducia di tutti a suon di Scudetti e fenomenali campagne europee in Champions, anche se la Coppa dalle grandi orecchie non è mai stata affar suo, nonostante le due finali giocate in 3 anni. Al termine della stagione 2018/19 l'addio alla Juve, dopo 5 scudetti e quattro Coppe Italia, che lo hanno fatto entrare prepotentemente nella storia del club bianconero. Da lì, oltre un anno sabbatico in attesa di possibili novità. Col Real Madrid che, una volta di più, ha tentato di portarlo al Bernabeu per il dopo Zidane. Ma il richiamo di casa, il richiamo della Juventus, come in passato, ha avuto la meglio anche se la prima stagione dell'Allegri bis si è conclusa senza titoli. In carriera ha vinto 6 campionati italiani, 3 Supercoppe italiane e 4 Coppe Italia. Oggi Max Allegri compie 54 anni.

Sono nati oggi anche Bortolo Mutti, Cristian Tello, Adolfo Sormani, Nigel Martyn, Gianluca Pessotto, Pietro Fusco, Ivan Cordoba, Sebastien Squillaci e Andrija Balic.