Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Serie A
Di Canio: "Nonge un ragazzino, quell'errore può capitare. Vlahovic ha sbagliato troppo"TUTTO mercato WEB
© foto di Image Sport
lunedì 4 marzo 2024, 13:24Serie A
di Raimondo De Magistris

Di Canio: "Nonge un ragazzino, quell'errore può capitare. Vlahovic ha sbagliato troppo"

Paolo Di Canio ha analizzato Napoli-Juventus 2-1 ai microfoni di 'Sky Calcio Club'. "Le difficoltà trovate dalla Juventus nel secondo tempo erano dovute al fatto di non avere cambi all'altezza per continuare a dare quella pressione. Nonge è un ragazzino, gli è capitato Osimhen che è il calciatore più problematico di tutti: tu pensi di avere la palla e invece lui ti arriva con quel piedone e ti anticipa. Osimhen non si arrende mai. La pressione è stata fatta nei momenti giusti, quando il Napoli non era organizzato. Ho visto una Juve più coraggiosa e anche Chiesa è un giocatore ritrovato. Però Vlahovic: tre palle gol così, un gol lo devi fare".

Di Canio ha poi commentato la prestazione del Napoli, squadra che ha trovato il secondo successo di fila dopo l'1-6 di Reggio Emilia contro il Sassuolo: "La presenza di Osimhen fa la differenza. Rientra e fa gol col Barcellona in una partita in cui non tocca palla, va a Cagliari e fa gol, poi la tripletta col Sassuolo, in questa occasione mette il piedone e guadagna il rigore decisivo. Sono poi cresciute le prestazioni individuali: Lobotka è sembrato quello dello scorso anno, aveva meno paura di volerla. Traoré mi è piaciuto, sembra giocare da tanto lì. L'unico ancora lontano dal giocatore dello scorso anno è Anguissa".


LEGGI ANCHE - Caressa: "Allegri sta centrando i tre obiettivi". Bergomi: "Tre anni molto pesanti per lui..."