Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / juventus / Serie A
Inghilterra-Italia 0-0, le pagelle: Di Lorenzo vince il duello con Trippier. Gatti, buona la primaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 12 giugno 2022, 06:30Serie A
di Raimondo De Magistris

Inghilterra-Italia 0-0, le pagelle: Di Lorenzo vince il duello con Trippier. Gatti, buona la prima

Risultato finale: Inghilterra-Italia 0-0

Le pagelle dell'Inghilterra (a cura di Andrea Piras)

Ramsdale 7 - Southgate lo preferisce in questo caso a Pickford. Compie un grandissimo intervento su Tonali andando a chiudere lo specchio della porta al centrocampista azzurro. Reattivo su Pessina e Locatelli.

James 6 - Esterno con propensione più offensiva che difensiva. Lo si vede sia dalle discese sulla destra sia su alcuni buchi nella fase di non possesso, come in occasione del tiro di Tonali salvato da Ramsdale.

Tomori 6,5 - Conosce molto bene Scamacca avendolo avuto avversario nel nostro campionato. Rischia solo con un controllo errato di regalare un’occasione agli azzurri al decimo minuto ma quando utilizza il corpo e il suo senso della posizione non gli si va mai via. Dall’88’ Guehi s.v.

Maguire 6 - Sempre molto attento al centro della difesa. Controlla senza problemi Scamacca dandogli poco spazio per colpire quando ne ha l’occasione.

Trippier 5,5 - Dalla sua parte sia Di Lorenzo che Frattesi sfondando creando occasioni pericolose. Propositivo sulla corsia di sinistra anche se spesso deve rientrare sul suo piede naturale, il destro, per il cross.

Ward-Prowse 5,5 - Da corner è sempre molto insidioso, come l’occasione che consegna sui piedi di Rice. In mezzo al campo, e anche in area di rigore, concede qualche occasione di troppo agli azzurri sbagliando anche tanti passaggi facili.

Rice 6 - La pressione dei giocatori azzurri lo fa indietreggiare spesso per iniziare l’azione. Non butta mai via il pallone e cerca sempre il passaggio per il compagno più vicino. Sfiora il gol nel primo tempo. Dal 65’ Phillips 6 - Fa muovere molto il pallone a centrocampo accompagnando l’azione offensiva.

Grealish 6 - Di Lorenzo lo segue come un’ombra. Tenta l’azione sulla corsia di sinistra ma non riesce comunque a concludere verso la porta. Più attivo nella seconda frazione di gara.

Mount 6 - Sempre una mina vagante quando si inserisce in area di rigore. Balla fra l’attacco e il centrocampo e colpisce la traversa con una conclusione insidiosissima che fa tremare gli azzurri. Cala nella ripresa. Dal 65’ Bowen 5,5 - dà poco apporto alla fase offensiva della sua nazionale.

Sterling 5 - Viene coinvolto poco nella manovra della squadra di Southgate ma quando ha il pallone fra i piedi riesce comunque a mettere in apprensione la difesa azzurra. Nella ripresa fallisce un gol fatto da ottima posizione. Dall’80’ Saka s.v.

Abraham 5 - Southgate gli consegna la maglia da titolare al posto di Kane. Dopo pochi minuti, arpiona un passaggio errato di Donnarumma ma cincischia troppo venendo fermato da Locatelli. Per il resto si vede pochissimo. Dal 65’ Kane 5,5 - Arretra il proprio baricentro per farsi dare il pallone. Cerca l’inserimento all’interno dell’area ma questa volta non ha il killer instinct che lo contraddistingue.

Gareth Southgate 6 - L’appuntamento con la vittoria in Nations League è ancora rimandata per la sua nazionale. La sua nazionale soffre ma crea senza riuscire a trovare la zampata vincente.

Le pagelle dell'Italia (a cura di Raimondo De Magistris)

Donnarumma 6 - Rischia tantissimo in apertura di match, un'altra apertura errata che testimonia come sulla costruzione dal basso debba ancora lavorare e tanto. Molto meglio quando può fare il suo lavoro e infatti tra i pali non commette sbavature.

Di Lorenzo 7 - Tra i migliori della Nazionale: contiene Grealish, attacca Trippier e arriva anche sul fondo con lucidità. Su un suo primo suggerimento Scamacca è posizionato male, su un altro c'è Tonali che, però, spedisce il pallone sul portiere.

Gatti 6.5 - Dalla Serie D alla Nazionale in due anni. Stasera l'esordio con l'Italia senza aver ancora giocato un minuto in Serie A. E che esordio: l'ombra di Abraham, non gli concede un attimo di respiro.

Acerbi 6.5 - Guida nel migliore dei modi un reparto difensivo decisamente sperimentale. Lo fa senza ansia, da leader.

Dimarco 6 - Il più in difficoltà della linea difensiva: contro Sterling non è facile prendere le misure e lui non sempre ci riesce, soprattutto nella prima parte di gara. Molto meglio nella ripresa. Dall'87esimo Florenzi s.v.

Frattesi 6 - Pronti via e ha subito l'occasione per sbloccare la partita, ma tutto solo davanti a Ramsdale non centra lo specchio della porta. Ha il merito di fare sempre grande movimento senza palla, di dare sempre ai suoi compagni di reparto un'alternativa di passaggio in più, ma gli manca ancora l'ultimo passaggio, quello necessario per fare la differenza a questi livelli.

Locatelli 7 - Personalità, carattere, ma anche la qualità giusta per agire da play. Mancini non ha mai creduto fino in fondo alla possibilità che - nel suo 4-3-3 - il centrocampista della Juve possa ricoprire quel ruolo: stasera Locatelli l'ha smentito. Dal 64esimo Esposito 6.5 - Buono il suo impatto con la partita: al debutto, scende in campo con personalità e non ha paura di prendersi dei rischi.

Tonali 6.5 - Peccato per quel gol che si è letteralmente divorato al 25esimo perché la prestazione non si discute: un'altra, l'ennesima, di altissimo livello.

Pessina 6 - Prestazione di ottima intelligenza tattica ma in quel ruolo bisogna anche saper trovare la porta. E questo non è nelle sue corde. Dall'87esimo Cristante s.v.

Scamacca 5.5 - Non è facile, perché Maguire e Tomori sono due colossi contro cui continuamente battagliare. Lui, però, fa poco per metterli in difficoltà. Dal 76esimo Raspadori s.v.

Pellegrini 6 - Alla terza consecutiva dal primo minuto non può avere la stessa lucidità mostrata contro Germania e Ungheria. E infatti stasera si limita a una gara disciplinata. Dal 64esimo Gnonto 6 - Fa quel che può in un'ultima mezz'ora in cui è l'Inghilterra ad attaccare con più insistenza ma questa volta, a differenza di quanto accaduto contro la Germania, il suo ingresso in campo non è un fattore.

Roberto Mancini 6.5 - La decisione di schierare Pessina e Pellegrini nel tridente è vincente perché dà all'Italia superiorità in mezzo al campo. E' mancato il gol, ma la squadra ha confermato che la nuova strada tracciata è quella giusta. Nessuno, dopo tre partite in cui ha cambiato praticamente tutto, si poteva immaginare un Italia in vetta al gruppo di Nations League. E invece al giro di boa l'Italia è avanti a Ungheria, Germania e Inghilterra.