Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Serie A
Parolo: "L'esultanza di Vlahovic? Ok togliersi i sassolini, ma farlo alla prima gara mi pare troppo"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 27 novembre 2023, 13:53Serie A
di Tommaso Bonan

Parolo: "L'esultanza di Vlahovic? Ok togliersi i sassolini, ma farlo alla prima gara mi pare troppo"

L'ex calciatore Marco Parolo (oggi commentatore Dazn) è stato ospite in studio a Radio-Tv Serie A e ha parlato così del campionato, a partire dal derby d'Italia terminato 1-1 tra Juventus e Inter: "Dalla gara di ieri esce meglio la Juventus, perché l'obiettivo era quello di rimanere lì. L'Inter non scappa via, c'è una grande pressione per vincere lo scudetto e alla lunga può essere pesante trovarsi la Juve sempre lì. Secondo me la Juve a gennaio deve trovare un centrocampista da inserimento che possa inserirsi in area di rigore, perché Chiesa la svuota e crea spazi che a volte non vengono sfruttati".

"Esultanza polemica di Vlahovic? Posso capire togliersi qualche sassolino dopo 4-5 gol di fila, farlo alla prima partita mi sembra troppo - ha continuato Parolo -. Vuol dire che stai subendo troppo quella situazione, se tu sei forte te ne devi fregare. Lautaro quest'anno può battere il record di Immobile e Higuain di gol in una stagione, grazie anche al lavoro che fa Thuram. Il Milan? Cambia con Loftus Cheek e Leao, sono i due giocatori che fanno la differenza e mancano le alternative ai titolari che ha invece l'Inter. Poi comunque c'è la Juventus, io la metto lì".


La Lazio.
"L'obiettivo della Lazio è passare il turno in Champions League e stare attaccata ai primi 4 posti in campionato, ma in questo momento è difficile. Non è scattata la scintilla dell'anno scorso, forse ci sono state troppe dichiarazioni ripetute che pesano, vedo troppa aria negativa intorno alla squadra".

Il Napoli.
"Mazzarri ha fatto quello che doveva fare, mettendosi sotto ai giocatori. A Napoli c'era l'idea che i meriti principali dello scudetto fossero di Spalletti e qualcuno ha sofferto di questa cosa. Garcia ha provato a porsi sopra ai calciatori che fin da subito non l'hanno apprezzato. Mazzarri ha rimesso i giocatori davanti, come dire fate voi e trascinatemi, poi magari tra due mesi ci metterà qualcosa del suo".