Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / juventus / Accadde Oggi...
8 dicembre 1991, la Stella Rossa vince l'Intercontinentale mentre la Jugoslavia si sgretolaTUTTO mercato WEB
Pancev in azione
venerdì 8 dicembre 2023, 00:00Accadde Oggi...
di Andrea Losapio

8 dicembre 1991, la Stella Rossa vince l'Intercontinentale mentre la Jugoslavia si sgretola

Il 1991 è un anno storico per la Jugoslavia. Perché incominciano le varie guerre per l'indipendenza, quella della Slovenia, per dirne una, ma anche quella in Croazia, anticipata un anno prima dal calcio di Boban a un poliziotto durante gli scontri fra la Stella Rossa, formazione serba, e la Dinamo Zagabria. I biancorossi sono più forti, con un attacco guidato da Darko Pancev (poi meraviglioso bidone all'Inter) e vincono il campionato con ben otto punti di vantaggio proprio nei confronti degli acerrimi nemici.

Due anni prima è caduto il muro di Berlino. Ciononostante una squadra dell'est Europa non ha ancora vinto una Coppa Intercontinentale. Ci aveva provato la Steaua di Bucarest di Iordănescu nel 1986, affrontando il River Plate a Tokyo e perdendo per 1-0 per effetto di una rete di Alzamendi. La Stella Rossa aveva vinto a Bari la Champions, contro l'Olympique Marsiglia. In campo c'erano Savicevic, Jugovic, Pancev, Belodedici e Mihajlovic e l'8 dicembre del 1991 si trovano di fronte i cileni del Colo Colo.


All'epoca la differenza fra i club europei e sudamericani non era così marcata come quella di oggi. Però la Stella Rossa fece un sol boccone dei cileni. Savicevic - che poi si farà espellere - ispira Jugovic per l'1-0. Il centrocampista bisserà risolvendo una mischia sotto porta, poi Pancev con il suo solito sigillo a firmare il 3-0 finale. Al triplice fischio la Stella Rossa è nella storia: dopo la dissoluzione del muro e agli albori delle guerre intestine che sgretoleranno la Jugoslavia, una formazione dell'est Europa è campione del Mondo.