Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / lazio / News
Valencia, minacce di morte al presidente Murthy: ecco cos'è successoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
mercoledì 18 maggio 2022, 20:30News
di Ludovica Lamboglia
per Lalaziosiamonoi.it

Valencia, minacce di morte al presidente Murthy: ecco cos'è successo

Sono giorni difficili per Anil Murthy. Il presidente del Valencia come riporta tuttomercatoweb.com, avrebbe ricevuto delle minacce di morte. Proprio in virtù di quanto accaduto, lo stesso club spagnolo ha reso noto l'accaduto attraverso i propri canali ufficiali: Murthy ha denunciato alla polizia locale diversi messaggi intimidatori, alcuni dei quali rivolti alla sua famiglia. Negli scorsi giorni era stato contestato dai tifosi dopo la pubblicazione di alcune intercettazioni telefoniche. Il numero uno del club in particolare, come riporta Superdeporte, avrebbe parlato di vari temi tra i quali il possibile addio a parametro zero del centrocampista Carlos Soler: "Soler ha già deciso da inizio stagione che se ne andrà. Dobbiamo rispettarlo perché ha un grande peso fra i tifosi. Se se ne va gratis, però, lo distruggo con tutta la stampa".

LA RISPOSTA DEL VALENCIA - A tali supposizioni arriva però la risposta immediata del Valencia che nel comunicato diramato scrive: "Gli audio in questione risalgono a un pranzo del 27 aprile con cinque imprenditori di Valencia e la Fundació VCF per promuovere l'evento solidale ‘La Nit de València’. Questi audio sono stati manomessi per trasmettere un'idea falsa e cercare di generare polemica. Superdeporte ha mancato gravemente di etica professionale e ha violato la privacy pubblicando degli audio fuori contesto, che appartengono alla sfera privata e che sono stati registrati in modo illegittimo senza il permesso del presidente. Questo provvedimento fa parte della campagna di screditamento del Valencia che il suddetto giornale sta portando avanti negli ultimi mesi. I servizi giuridici del Valencia stanno studiando l'accaduto e i provvedimenti da prendere".