Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports
tmw / lazio / Serie A
LIVE TMW - Sampdoria, D'Aversa: "Ci sta perdere con il Napoli, ma non con un risultato così netto"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
giovedì 23 settembre 2021 21:47Serie A
di Andrea Piras
fonte Dallo stadio "Luigi Ferraris", Genova
live

Sampdoria, D'Aversa: "Ci sta perdere con il Napoli, ma non con un risultato così netto"

Sconfitta pesante per la Sampdoria che viene travolta 4-0 dal Napoli. Fra pochi istanti, il tecnico blucerchiato Roberto D'Aversa analizzerà il match del "Ferraris" in conferenza stampa. Segui la diretta testuale su TuttoMercatoWeb.com.

Inizia la conferenza stampa di D'Aversa.

La Samp nel primo tempo non ha fatto male.
"Se analizziamo il primo tempo, i numeri ci vedevamo favorevoli su tutto. Sia sul possesso palla, ed è un dato un po' strano perchè Napoli è sempre abituato ad avere un predominio sul possesso contro tutte le squadre, sia sui tiri in porta sia sulle occasioni erano favorevoli a noi e invece siamo rientrati all'intervallo sul risultato di doppio vantaggio per loro. Questo dimostra la qualità importante e laddove commetti degli errori, loro hanno qualità importanti che ti castigano nell'immediato. C'è stata anche la doppia occasione per riaprire la partita dove bisogna anche dare meriti al portiere avversario perchè Ospina ha fatto il doppio intervento dove sarebbe potuto cambiare l'esito della partita. Nel secondo tempo è subentrata la sfiducia, ci siamo allungati e dopo il divario è stato troppo eccessivo per quanto visto in campo. Ci stava perdere con il Napoli, ma spiace per i tifosi, per la società perchè un risultato così netto non rispecchia l'andamento dei 90 minuti".

In queste prime giornate ha affrontato squadre di primissimo livello. Ora manca la Juve.
"Diciamo che il calendario non è stato dalla nostra parte. Perchè nelle tre partite in casa ci ha visto affrontare Milan, Inter e oggi il Napoli sempre nei momenti migliori. Il Napoli, come già detto, a parte la parentesi dell'amichevole contro il Benevento dove la maggior parte dei giocatori erano della Primavera, hanno vinto tutte la partite tranne quella in Europa League che sono riusciti comunque a recuperare. Sta a dimostrare che è una squadra in fiducia e con qualità importanti. Oltre a fare un ottimo lavoro sulle qualità tecniche, Spalletti sta facendo un lavoro sulla mentalità, sullo spirito di sacrificio e compattezza. E quando si ha una squadra con quelle qualità che scendono in campo in questa maniera è difficile metterli in difficoltà. Nel primo tempo i miei ragazzi sono stati bravi a creare diverse situazioni da gol. Questo aspetto, è chiaro, che va migliorato perchè quando giochi contro queste grandi squadre devi concedere il meno possibile. Se ragiono sia sul primo gol, dove avevamo recuperato palla per poi riconsegnarla a loro, e sul secondo, dove è mancato il coraggio lasciando Zielinski fra le linee dove sapevamo che poteva essere devastante, quando concedi queste circostanze diventa dura recuperare una partita contro una squadra che sta bene sia fisicamente che mentalmente. Dispiace un risultato così netto, bisogna però vedere gli aspetti positivi e continuare il modo in cui stiamo interpretando le gare perchè con il Napoli, se avessimo giocato in attesa la partita, state pur certi il risultato sarebbe stato lo stesso senza magari neanche creare occasioni da gol".

E' vero che le sconfitte aiutano a crescere?
"Noi preferiamo sempre non perdere. Ci deve far ragionare. Ci sta perdere con il Napoli, ma non con un risultato così netto. Un risultato così sfavorevole non rispecchia la prestazione. Bisogna ragionare sui motivi per cui, nonostante nel primo tempo abbiamo portato dei numeri dalla nostra parte, siamo rientrati all'intervallo sul risultato di 2-0 per gli avversari".

Avete affrontato Napoli e Inter. Ci aiuta a capire le differenze e chi, al di là del risultato, ha più proiezioni in ottica scudetto?
"Sicuramente abbiamo affrontato l'Inter nella settimana in cui c'erano i rientri dalle nazionali e magari sotto l'aspetto delle energie nervose qualcosa è mancato. E' vero che anche noi avevamo giocatori in nazionale. In questo momento il Napoli è la squadra che sta portando i numeri rispetto al campionato italiano per cui è una squadra che può arrivare fino in fondo a lottare per la vittoria dello scudetto insieme all'Inter e anche con il Milan. In questo momento i numeri dicono che va in gol con tanti giocatori ed è la miglior difesa. E' in una condizione psicofisica migliore rispetto all'Inter che abbiamo affrontato noi. Tutt'e due sono squadre molto forti. Poi ci sono anche gli episodi che cambiano le partite, il risultato e i giudizi. Se nel primo tempo magari fossimo stati un po' più precisi e Ospina un po' meno bravo probabilmente parleremmo di un'altra partita. Bisogna ragionare su come è finita la partita".

Come intende recuperare il morale dei suoi ragazzi?
"Bisogna ragionare sempre con il massimo equilibrio e non farsi influenzare dal risultato. Sia quando si vince 3-0 ad Empoli, sia quando si perde 4-0 con il Napoli bisogna ragionare sempre su cosa c'è da migliorare, recuperare energie ed affrontare la prossima partita con la massima determinazione. Affrontiamo la Juventus e non possiamo certo affrontare una partita giù di morale, anzi ragionare su quello che di positivo abbiamo fatto fino ad ora. Il dispiacere ci deve essere e concedetemi anche l'incazzatura di una sconfitta così pesante e dobbiamo trasformarla in energia positiva in campo".

TMW - Malgrado la brutta sconfitta c'è qualcosa di positivo che conserva?
"Sicuramente la prestazione del primo tempo è stata una prestazione importante considerando il fatto che si giocava contro il Napoli che fino ad oggi sia per possesso sia per occasioni è sempre stato superiore all'avversario. Nel primo tempo c'è stato equilibrio. Anzi, in qualche numero è stato favorevole a noi però quello che conta nel calcio è il risultato finale".

In campo la stessa formazione di Empoli. E' subentrata forse un po' di stanchezza?
"Quando si gioca domenica e poi giovedì ci sono le tempistiche per recuperare per essere al 100%. C'è uno staff medico e uno staff di preparatori. Accetto la domanda ma la problematica può esserci quando giochi giovedì e domenica. Sotto l'aspetto della prestazione e della condizione sicuramente non ha influenzato il fatto che si è giocato sugli stessi undici".

Le sostituzioni di Quagliarella e Adrien Silva erano finalizzate anche per la partita di domenica?
"Più gli altri cambi si è ragionato per la partita di domenica. I primi due cambi sono stati fatti perchè bisogna dare delle opportunità a chi si allena costantemente tutti i giorni. Se si parla di una stanchezza fisica ci sta che si possano fare dei cambi".

Termina la conferenza stampa di Roberto D'Aversa.
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000