Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / lazio / Serie A
Lazio, il primo bilancio: l'anno del germe, di Re Ciro, di follie e rivoluzioni tra i paliTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 20 settembre 2022, 11:00Serie A
di Marco Conterio

Lazio, il primo bilancio: l'anno del germe, di Re Ciro, di follie e rivoluzioni tra i pali

La Lazio è a metà, ancora difficile da riconoscere e identificare. E' quella della manita presa in faccia in Europa o quella del poker facile a Cremona? Maurizio Sarri è a metà del guado e non riesce, col doppio impegno, a trovare la chiave di volta. Non solo: la questione del 'germe' la fa ora da padrone, coi rapporti con Luis Alberto non idilliaci e forse troppa distanza tra titolarissimi e seconde linee.

Il migliore - Ciro Immobile
Quasi ripetitivo dirlo, scriverlo, parlarne. Solo che Ciro Immobile, con la Lazio, a differenza di quel che è riuscito a fare con l'Italia, diventa uno dei migliori centravanti d'Europa. Cinque gol in Serie A, ancora una volta in lotta per il titolo di capocannoniere. L'eterno dubbio così proseguirà per almeno un altro anno: che fosse pronto per giocarsi un campionato o una competizione europea, oppure la Lazio è e resterà il suo abito su misura?

La delusione - Luis Maximiano
Tecnicamente Luis Alberto, individuato dalla critica come potenziale problema nello spogliatoio dopo le uscite di Maurizio Sarri, dovrebbe vincere la palma ad honorem. Solo che i gol e il rendimento, nei picchi stagionali, è da top. Così Luis Maximiano, pochi minuti, un rosso assurdo, e subito il ruolo da dodicesimo. Non il miglior modo per iniziare in Italia.

La rivelazione - Ivan Provedel
Dopo un lungo tira e molla, la Lazio lo ha strappato allo Spezia. Inizia per fare il dodicesimo, sette minuti alla prima e subito entra in campo dopo la follia di Luis Maximiano. Non molla più il posto tanto che viene convocato anche da Roberto Mancini in Nazionale per gli impegni di Nations League. Niente male come inizio di stagione.