Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / milan / News
Duello Scudetto: le dichiarazioni in conferenza di Pioli e InzaghiTUTTOmercatoWEB.com
© foto di DANIELE MASCOLO
domenica 22 maggio 2022, 01:00News
di Antonello Gioia
per Milannews.it

Duello Scudetto: le dichiarazioni in conferenza di Pioli e Inzaghi

Milan a 83, Inter a 81. Cosa hanno detto in conferenza stampa i due tecnici alla vigilia di Sassuolo-Milan e di Inter-Sampdoria? Ecco le dichiarazioni più importanti:

PIOLI: "Siamo stati i migliori fino ad oggi, ma dobbiamo esserlo anche domani. Abbiamo preparato la partita con lavoro, concentrazione e serenità. I miei giocatori sono strani, ma in senso positivo: vedo gli stessi atteggiamenti e la stessa serenità di sempre, forse data della loro giovane età. Bisogna giocare da Milan e non pensare che sarà una partita facile. Sacrificio, lavoro, passione, entusiasmo. Ci ha sempre accompagnato e dobbiamo metterlo in campo anche domani. Siamo una squadra che deve giocare anche con le proprie emozioni".

INZAGHI: "La squadra ha fatto una settimana come le altre per preparare la partita, abbiamo novanta minuti da giocare sapendo che non dipende da noi, ma daremo il 120 per cento e poi vedremo cosa accadrà. Gli allenatori sono sempre sotto pressione e vivono nello scetticismo, noi sapevamo come stavano le cose e conoscevamo quelle che erano le richieste della società. Strada facendo poi ci siamo resi conti che stavamo andando al di là delle aspettative. La squadra è carica e concentrata. Inter e Milan devono preoccuparsi di loro, più che della squadra concorrente. In questo momento possono entrambe migliorare la loro posizione e daranno tutto in quei novanta minuti"