Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / milan / Primo Piano
Tommaso Pobega, il futuro è rossonero: convincere Pioli per guadagnarsi il MilanTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
sabato 25 giugno 2022, 18:00Primo Piano
di Filippo D'Angelo
per Milannews.it

Tommaso Pobega, il futuro è rossonero: convincere Pioli per guadagnarsi il Milan

Comincerà tra poco più di una settimana la nuova stagione del Milan. I rossoneri dopo la vittoria del diciannovesimo Scudetto, si ritroveranno a Milanello il prossimo 4 luglio per iniziare la nuova annata sportiva. Stefano Pioli avrà il tempo di fare le proprie valutazioni nel corso di questa estate, prendendo in considerazione anche il rientrante Tommaso Pobega.

Il classe ’99 tornerà alla base dopo l’ennesimo prestito formativo, il quarto consecutivo dal luglio 2018. Nell’ordine Ternana, Pordenone, Spezia e Torino hanno permesso al giovane centrocampista di confrontarsi con varie realtà, di migliorarsi e di crescere gradualmente partendo dalla Serie C fino ad arrivare alla Serie A. Il suo è stato un percorso netto, un cammino utile per maturare e aspettare la chiamata definitiva del Milan. Il tutto senza troppa fretta o ansia, pensando solo a lavorare e restare al proprio posto. Il momento propizio però adesso sembra proprio dietro l’angolo, dato che Pobega questa volta potrebbe evitare di fare le valigie e restare davvero in rossonero.

Le sue prestazioni al Toro sono state davvero convincenti, tanto che Ivan Juric l’ha praticamente schierato per quasi tutte le partite nonostante alcune polemiche iniziali che successivamente non hanno trovato alcun seguito. Pobega è stato il pilastro del centrocampo granata, riuscendo ad imporsi come registra nel 3-4-2-1 quasi sempre scelto dal tecnico croato. Non ha solo diretto il gioco fornendo nello specifico anche tre assist, ma si è anche preso il gusto di segnare quattro reti che da mediano non sono affatto poche. Il suo rendimento è stato premiato anche da Roberto Mancini, CT dell’Italia che gli ha concesso anche dieci minuti in azzurro contro la Germania in Nations League.

Adesso la palla passerà al Milan, le cui necessità per il centrocampo non sono poche. Considerato che Kessie andrà via e che Bakayoko non ha fornito le garanzie giuste, sebbene sia ricca di qualità la sola coppia Tonali-Bennacer non può bastare per tre competizioni. Krunic è un’alternativa adattata al ruolo, dato che non si tratta di un vero e proprio mediano; dunque, Pobega sarà la mossa a costo zero che potrà far comodo al Milan. Il ragazzo ha già giocato in un centrocampo, potrà adattarsi gradualmente agli schemi del Milan e diventare il terzo mediano a disposizione in rosa. Le prove di maturità per lui potranno essere diverse: il 16 luglio ci sarà il Colonia in amichevole, il 23 gli austriaci dello Zalaegerszegi, il 31 infine il Marsiglia al Velodrome. Una volta superati gli esami estivi, Pobega potrebbe già accomodarsi in panchina a San Siro per la prima di campionato prevista contro l’Udinese.