Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / milan / ESCLUSIVE MN
ESCLUSIVA MN - Calcoen: "De Ketelaere deve avere pazienza: ha talento. Origi lo avrei convocato"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 9 dicembre 2022, 14:00ESCLUSIVE MN
di Redazione MilanNews
per Milannews.it
fonte Intervista di Francesco Finulli

ESCLUSIVA MN - Calcoen: "De Ketelaere deve avere pazienza: ha talento. Origi lo avrei convocato"

Il collega belga Pieter-Jan Calcoen, giornalista della testata belga Het Nieuwsblad, è stato intervistato in esclusiva ai microfoni di MilanNews.it e ha parlato soprattutto dei tanti calciatori dei Diavoli Rossi presenti nella rosa del Milan. In particolare Calcoen si è soffermato su Charles De Ketelaere e sulla sua esperienza fin qui alla corte di Stefano Pioli. Ecco tutte le dichiarazioni del collega belga:

Cominciamo con De Ketelaere. La Coppa del Mondo poteva essere un'occasione di riscatto, ma ha giocato solo 15 minuti e il Belgio è uscito nella fase a gironi. Come si riprende Charles da questa esperienza?

"Non so come Charles si guardi indietro rispetto a questo Mondiale in Qatar, ma i suoi minuti contro il Marocco sono stati molto deludenti. Ci aspettavamo molto di più da lui".

Quale pensa sia stato il problema principale di De Ketelaere nella prima parte della stagione? Cosa può fare per migliorare?

"Passare dal Belgio a un altro Paese e a uno dei più grandi club italiani non è facile. Penso che il De Ketelaere debba solo mantenere pazienza e calma. Ha il talento e le capacità per farcela".

In Belgio, qual è l'opinione sulla situazione di Charles dopo la prima parte della stagione al Milan?

"Sapevamo che non sarebbe stato facile. Speravamo che si adattasse un po' più velocemente, ma siamo ancora convinti che sia uno dei più grandi talenti belgi".

Origi è stato escluso dal Mondiale e ha faticato nei suoi primi mesi in rossonero. Cosa si aspetta da Divock da gennaio in poi? Riuscirà a lasciare il segno?

"Se fossi stato io l'allenatore, avrei convocato Origi per il Mondiale. Ha capacità specifiche e ha fatto alcune buone partite prima della Coppa del Mondo. Penso ancora che possa avere un grande impatto sul Milan e sui Red Devils".

Aster Vranckx è stato utilizzato poco ma ha mostrato buone cose nei pochi minuti in cui è sceso in campo. Merita più spazio e fiducia? In quale posizione del campo lo vedete meglio?

"Per noi in Belgio Aster è un numero 8. Ha il passo per arrivare da un'area all'altra, box to box. Il Milan se lo potrà godere, questo è certo".

Saelemaekers aveva iniziato bene la stagione, soprattutto in Champions League, ma l'infortunio lo ha frenato e lo ha escluso dalla spedizione in Qatar. Può essere ancora decisivo per il Milan?

"Alexis si riprende e ritorna sempre. Ha già sorpreso molte persone e continuerà a farlo. È un giocatore utile per il Milan e farà parte del futuro del Belgio".

Ultima domanda. Il Milan può raggiungere il Napoli in classifica?

"Solo se riusciranno a vincere alcune partite di fila"