Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / Editoriale
Panchina Milan: due nomi e testa a testa. La decisione per sabato. Zirkzee primo obiettivo. Torna sul gropponeTUTTO mercato WEB
martedì 21 maggio 2024, 10:21Editoriale
di Antonio Vitiello
per Milannews.it

Panchina Milan: due nomi e testa a testa. La decisione per sabato. Zirkzee primo obiettivo. Torna sul groppone

A breve conosceremo la scelta della dirigenza sul nome dell’allenatore che prenderà il posto di Stefano Pioli. Dopo giorni e giorni di consultazioni il Milan si avvicina al momento della decisione finale. Ibrahimovic, Moncada e Furlani hanno valutato tantissimi profili, altri sono stati proposti e caldeggiati da agenti e intermediari, ma in questo momento il duello sembra essere tra due nomi. Da un lato Paulo Fonseca e dall’altro Mark van Bommel. Il portoghese ha il contratto in scadenza con il Lilla, tanto che nella giornata di ieri il presidente della società francese ha proposto il rinnovo ma Fonseca ha preso tempo. In questa settimana potrebbero arrivare indicazioni importanti. I suoi agenti sono in costante contatto con la sede di via Aldo Rossi. Però attenzione anche al nome di van Bommel, che spesso passa in sordina, ma ci sono stati contatti e sappiamo anche del legame che esiste con Zlatan Ibrahimovic. L’ex centrocampista rossonero è alle battute conclusive dell’esperienza all’Anversa. In questa fase sembra delinearsi un testa a testa tra i due allenatori.

Dopo i tormentoni Conte e Motta, da qualche ora si è tornati a parlare con insistenza di Roberto De Zerbi. Non escludiamo contatti ma di sicuro ad oggi non ci sono trattative in corso. Dopo la separazione con il Brighton  non si registrano accordi con altre società. Ma se il Milan cambiasse idea e cominciasse a trattare De Zerbi, lui accetterebbe. 

In attacco il primo obiettivo del Milan resta Joshua Zirkzee del Bologna, e la clausola da 40 milioni può essere un vantaggio. Oltre al cartellino però bisogna discutere le commissioni e l’ingaggio dell’olandese con l’agente. Ma è sempre stato il primissimo obiettivo di mercato del Milan. Più di Sesko che ormai ha raggiunto delle cifre vertiginose. Lo sloveno costa 65 milioni, se si considera solo la clausola, ma andranno aggiunti pure soldi per le commissioni all’agente. Si sono fatti avanti club di Premier League e probabilmente finirà in Inghilterra.  

La decisione da parte della Curva Sud per sabato sera è stata comunicata. Il tifo milanista ci sarà e renderanno lo stadio una bolgia per il saluto a Stefano Pioli, Simon Kjaer e Olivier Giroud. Il programma dovrebbe essere il seguente: nel primo tempo ancora silenzio di protesta verso la società, mentre nella ripresa e per tutto il secondo tempo ci saranno cori incessanti per rendere l’ultima partita dell’anno speciale a chi ha dato il suo contributo alla causa in queste stagioni. Giusto così.

A meno di clamorose soprese, a Milanello si rivedrà Divok Origi. L’attaccante belga, che ha un contratto pesante, è difficilmente collocabile. Nell’ultimo anno al Nottingham Forrest non ha segnato nemmeno una rete in campionato. Non sarà riscattato, ora tornerà sul groppone e bisognerà trovargli una nuova squadra.