Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / News
MN - L'aneddoto di Paolo Taveggia sulla presentazione del primo Milan di BerlusconiTUTTO mercato WEB
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
mercoledì 12 giugno 2024, 19:30News
di Francesco Finulli
per Milannews.it

MN - L'aneddoto di Paolo Taveggia sulla presentazione del primo Milan di Berlusconi

Un anno fa ci lasciava Silvio Berlusconi, presidente più vincente della storia del Milan e uno dei presidenti più vincenti della storia del calcio. A ricordare la sua figura, in esclusiva per MilanNews.it, una figura importante della storia rossonera come Paolo Taveggia, storico braccio destro del presidente, direttore organizzativo del club fino al 1993.

Un aneddoto?
"Le dico quello della presentazione del primo Milan, stagione 1986/87. Per intenderci quello degli elicotteri".

Cosa successe?
"Mi disse: Paolo, la presentazione del Milan deve essere diversa da quella degli anni passati. Siamo quelli che vinceremo tutto nel mondo, lo sai. Faremo qualcosa di speciale: mando due elicotteri da Milanello, dal quale scenderanno i giocatori. Tu pensa a organizzare tutto dall'Arena senza dire niente a nessuno. Quando inizi a sentire il suono degli elicotteri fai partire la musica della 'Cavalcata delle Valchirie'"

Momento iconico della storia del Milan
"Ricordo ancora le pressioni della stampa, ero martellato di domande, volevano sapere dov'erano i giocatori. Mi tiravano per la giacca: 'Non ve lo dico, ripetevo' Dell'elicottero sapevamo solo io, Berlusconi e Galliani. Persino il presentatore della serata, l'amico Cesare Cadeo, lo seppe solo una volta arrivato all'Arena".