Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / milan / News
TMW RADIO - Mattioli: "L'intervista di Ibra mi sembra un falso. Ha detto cose non da lui, ma da aziendalista"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 13 giugno 2024, 17:00News
di Lorenzo De Angelis
per Milannews.it

TMW RADIO - Mattioli: "L'intervista di Ibra mi sembra un falso. Ha detto cose non da lui, ma da aziendalista"

Nel corso del cosnueto appuntamento con il programma 'Marcanà' in onda sulle frequenze di TMW Radio, il giornalista Mario Mattioli ha parlato di Milan soffermandosi in modo particolare sulle parole di Zlatan Ibrahimovic oggi in conferenza stampa. Quesste le sue dichiarazioni. 

Sulle parole di Ibra che dice?
"L'intervista di Ibrahimovic mi sembra più falso di una moneta da un euro e mezzo. Ci ha detto delle cose che non sono da Ibra ma da aziendalista. Non conto le volte che ho parlato con lui, l'ho conosciuto dai tempi della Juventus e conoscendolo molte cose non le pensa ma sono parole da dirigente d'azienda, che ci sta".

Nel corso della stessa conferenza stampa Zlatan Ibrahimovic ha anche annunciato Paulo Fonseca come nuovo allenatore del Milan, venendo diffatti "supportato" dalla società con un comunicato ufficiale subito dopo le sue parole. Mattioli ha anche commentato questa scelta del Milan, definendola "soft" per le ambizioni della piazza rossonera: "Come scelta è ponderata, differente. Non so se è la scelta giusta. E' facile dire che si poteva andare su un altro profilo. Non sono convinto di quello che sta facendo la dirigenza attuale, per come è stato liquidato Pioli. Mi sarei aspettato un atteggiamento diverso con lui. E' una scelta soft, non è un rivoluzionario. Può andare bene, come anche non scatenare entusiasmi, come pare essere. Ma è un buon allenatore".