Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports
tmw / milan / Serie A
LIVE TMW - Milan, bilancio in miglioramento. Gazidis: "Rinnovi? Decisioni nell'interesse del club"TUTTOmercatoWEB.com
martedì 26 ottobre 2021 17:50Serie A
di Antonello Gioia
live

Milan, bilancio in miglioramento. Gazidis: "Rinnovi? Decisioni nell'interesse del club"

16:55 | In attesa del match di questa sera tra Milan e Torino, il Presidente rossonero, Paolo Scaroni, insieme al CEO, Ivan Gazidis, illustreranno brevemente in una conferenza stampa i principali elementi del Bilancio 20/21 presentato in Assemblea e le considerazioni sull’andamento del Club. Sarà possibile seguire le loro dichiarazioni in diretta con il live testuale di TMW a partire dalla 17.

17:06 | Comincia in questo momento la conferenza stampa post Assemblea dei Soci del club rossonero.

Comincia la conferenza Paolo Scaroni:
"È stata un'assemblea anche si è svolta con piena soddisfazione: tutte le nostre delibere sono passate all'unanimità. È più facile fare le assemblea quando sei primo in classifica piuttosto che ultimi: forse il buon umore dei nostri azionisti dipende anche da questo... Abbiamo provato una perdita al 30 giugno di 98 milioni; l'anno scorso la cifra era 194,6 milioni. Abbiamo visto un miglioramento consistente e il trend è buono. Abbiamo poi completato la compagine del CdA con Gordon Singer. Lo stadio è in cima alle mie preoccupazioni da tempo: le squadre italiane il Milan non potranno tornare protagonisti in Europa se non si dotano di nuove infrastrutture, a cominciare dagli stadi moderni come quelli delle rivali in Champions League. Abbiamo incontrato il Sindaco lunedì: sono uscito dal colloquio ottimista e confortato, il Sindaco concorda sul fatto che Milano merita uno stadio di una grande livello, io dico lo stadio più bello d'Europa, come conditio sine qua non le milanesi non vendano più i loro gioielli - come Lukaku e Donnarumma - e di trasformare la partita in un evento. Ho avuto parole di rassicurazione, dobbiamo mettere appunto alcuni dettagli della parte Real Estate. Siamo ottimisti e fiduciosi, ci stiamo muovendo con grande rapidità e ci stiamo muovendo quanto prima".

Saluto introduttivo del CEO Gazidis:
"Grazie a voi per il vostro supporto: mi avete dato una forza incredibile. Starò bene e non lo dimenticherò mai".

In cosa consistono le mediazioni di cui ha recentemente parlato il Sindaco Sala?
Scaroni: "Incontreremo l'amministrazione Comunale il 23, il dialogo procede in modo serrato. Sul tema nuovo stadio non ci sono più discussioni da fare: costruiremo il nuovo stadio di fianco al Meazza, giocheremo al Meazza nel frattempo e poi ci sposteremo. Su questo non c'è dubbio. Tutto il progetto, però, richiede una revisione rispetto a due anni fa:le esigenze sono cambiate. La nostra idea è di procedere con due fasi: partire subito con lo stadio e rivedere con l'amministrazione il progetto Real Estate per renderlo coerente alle esigenze di tutti I club hanno bisogno di uno stadio adeguato per competere in Europa. Per il resto, ne possiamo parlare con calma, troveremo un punto d'arrivo".

Si è parlato della situazione finanziaria dell'Inter?
"Non si è parlato della situazione finanziaria dell'Inter, preferisco parlare di quella del Milan".

Gazidis risponde sulle nuove proposte del calcio mondiale:
"Abbiamo i club che pagano i giocatori, che vanno nelle Nazionali. Ma la FIFA, la UEFA o le federazioni non pagano salari. La crescita del calcio non sarebbe così grande con un Mondiale ogni 2 anni. Ci sarebbe più partite, con più costi. Si dovrebbe creare valore per tutti i membri. I club che pagano i giocatori devono avere voce in capitolo".

Interviene anche il direttore generale Roberto Masi:
"I dipendenti del club hanno avuto un incremento, c'è da considerare la causa con Boban, che ci ha costretto ad accantonare una parte dell'onere. Sulla parte giocatori abbiamo un contenimento in linea con la nostra strategia pluriennale, mentre sul lato academy e femminile ci sono stati vari inserimenti a livello di squadre e staff, con l'inserimento di una squadra giovanile. Nel nostro processo di rinnovamento ci sono state, inoltre, alcune assunzioni in sede".

Il rosso si è dimezzato rispetto all'esercizio precedente: vi aspettate che i conti migliorino ancora e avete di quando il Milan potrebbe tornare in pareggio?
"Il budget del 2022 è migliore del risultato al 30 giugno 2021: il miglioramento prosegue. il pareggio dipende da tanti fattori, a cominciare dai risultati sportivi come la qualificazione in Champions League; per questo esercizio pensiamo di migliorare i risultati dell'anno scorso".

Gazidis risponde in merito alla situazione del club e del calcio con il Fair Play Finanziario:
"I contatti con la UEFA sono regolari. Gli incontri sono stati posticipati al prossimo anno. Al momento siamo con le regole del FFP, è un periodo di transizione verso un nuovo Fair Play Finanziario. Penso che la UEFA debba ascoltare i club per il nuovo FFP, così da fare il meglio.

Scaroni risponde sul progetto Super League:
"Il progetto Super League è accantonato, ma i problemi che l'avevano originato restano. C'è un passaggio chiave: la Corte di Lussemburgo deciderà se l'UEFA e la FIFA hanno operato nel modo migliore, essendo sia un ente regolatore che operatore. Ci auguriamo che vengano fatti degli interventi dalla UEFA nei tornei che consentano alle squadre di avere pari condizioni economiche".

Domanda per Scaroni: è soddisfatto del bilancio rossonero, anche guardando quello degli altri club?
"Non sono contento della perdita: 98 milioni sono comunque una valanga di soldi. Il nostro azionista è convinto che siamo in un percorso virtuoso e il denaro che viene immesso è un investimento".

Domanda per Scaroni: sono state poste delle scadenze?
"Una scansione temporale precisa si fa fatica a farla perché dipende dai risultati sportivi. Al Milan quello che piace è essere sempre in Champions League: è questo l'obiettivo. Se riusciamo a tenere questo risultato sportivo potremmo azzerare le perdite nei prossimi tre anni".

Domanda per Scaroni: c'è possibilità di sopperire economicamente all'eventuale denaro non investito dall'Inter?
"Il problema non si pone, per il momento. Siamo stati rassicurati dall'Inter sulla loro situazione finanziaria".

Domanda per Scaroni: riprenderanno le attività commerciali del club?
"Il Covid ha fermato tutta una serie di iniziative. Spero che nei prossimi mesi potremo ricominciare a svolgere queste attività utilissime a diffondere il nostro marchio".

Il Milan tiene una linea precisa sui rinnovi: risponde Gazidis.
"Queste scelte non sono mai facili. Perché è chiaro che tutti i club negoziano con gli agenti, che a loro volta sono molto abili. In passato il contesto economico finanziario era completamente diverso e, in generale, i giocatori non erano spinti ad andare in scadenza; ma nell’attuale contesto vediamo, da una parte, che i Club cercano di operare in un modo sempre più responsabile sotto un profilo finanziario – perché lo devono, dopo il covid -; e dall’altra, i giocatori e agenti cercano le stesse cifre di prima, se non di più. In molti casi, per ottenere le stesse cifre pre covid l’opzione è di aspettare di andare in scadenza e vedere come il mercato risponde. Le negoziazioni per tutti i club sono oggi più complesse. Noi facciamo le nostre decisioni con grande attenzione e analisi sia per quello che riguarda il campo sia per l’impatto finanziario. E continueremo a prendere decisioni nel miglior interesse del club, con una chiara priorità: la nostra capacità di competere al top in Italia e in Europa, ma sempre con una base finanziariamente sostenibile. E penso che se le persone guardano oggi alle nostre decisioni prese, sicuramente ci sono errori, ma in generale le nostre scelte sono state quelle giuste per il progresso del club".

Ci saranno acquisti nel mercato di gennaio? Risponde Gazidis.
"La situazione finanziaria del club è visibile a tutti. Si prenderanno tutte le decisioni nell'interesse della società".

È possibile un'apertura della campagna abbonamenti? Risponde Masi
"Stiamo valutando l'ipotesi con capienza al 100%, sia a spot di tutte le partite che per gruppi di partite".

Sulla presenza di Gordon Singer nel nuovo CdA. Risponde Scaroni:
"Essendo il fondo Elliott proprietario del Milan al 99,7% la presenza di Gordon la attribuirei alla sua passione per il calcio e per il Milan.
Prosegue Furlani: "Si dice che Gordon fosse tifoso dell'Arsenal: lo era, ma ora è diventato del Milan".

17:48 | Termina qui la conferenza stampa.
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000