Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / napoli / I fatti del giorno
Non dire Gatti… La Juve vince ancora: Allegri ormai è l'unico a non parlare di scudettoTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 9 dicembre 2023, 00:53I fatti del giorno
di Ivan Cardia

Non dire Gatti… La Juve vince ancora: Allegri ormai è l'unico a non parlare di scudetto

Palla a Federico Gatti e s'abbracciamo. I tifosi della Juventus potrebbero riprendere così un coro caro ai tifosi della Lazio di qualche anno fa. È il gol del difensore centrale, già decisivo contro il Monza nell'ultimo turno di campionato, a regalare ai bianconeri il successo per 1-0 sul Napoli. Vittoria che vale doppio, come quella ottenuta dall'Inter una settimana fa al Maradona, perché proprio sull'Inter consente il momentaneo sorpasso in vetta alla classifica e perché toglie in via definitiva dall'equazione scudetto gli attuali campioni d'Italia in carica.

Gatti da 7, masterclass di difesa. Migliore in campo, non solo per la rete, il centrale-goleador. Ma il 7 in pagella va anche ad Andrea Cambiaso e Federico Chiesa, simboli di una Juve più tonica di quella vista in altre occasioni, ma che alla fine si è comunque rifugiata nella consueta solidità difensiva. Difficile darle torto, se i risultati sono questi, anche a discapito dello spettacolo.


Si parla di scudetto. Complicato anche continuare a nascondersi, parlare di un improbabile obiettivo piazzamento in Champions League. La Juventus nella corsa tricolore c'è a pieno diritto e lo rivendica. Lo fa Danilo: "Abbiamo un sogno - ammette il capitano bianconero - ma il nostro obiettivo primario è raggiungere i primi 4 posti. Dobbiamo fare passo dopo passo, poi alla fine vediamo dove siamo capaci di arrivare". Lo fa McKennie: "È una parola che ci piace - confessa il texano - speriamo di farla nostra a fine stagione". L'unico che, almeno pubblicamente, si lascia scappare un sorriso ma non va oltre, è proprio Massimiliano Allegri: "36 punti non bastano neanche per salvarsi - illustra in conferenza stampa - dobbiamo farne altri per essere sicuri di piazzarci nei primi quattro posti". Sarà.