Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / napoli / A tu per tu
…con Alberto PominiTUTTO mercato WEB
lunedì 20 maggio 2024, 00:00A tu per tu
di Alessio Alaimo

…con Alberto Pomini

In campo per sognare la Serie A. Palermo e Venezia questa sera si sfidano al Barbera per la semifinale d’andata dei playoff di Serie B. “Mi godrò la partita”, dice a TuttoMercatoWeb.com il doppio ex Alberto Pomini, oggi allenatore dei portieri della rappresentativa di Lega Pro.

Stasera come la vede?
“Contro la Sampdoria ho visto un ottimo Palermo. Non so con quanti meriti del rosanero e quanti demeriti dei blucerchiati. Il Barbera però dà sempre qualcosa in piu. Il Palermo sta bene. Ma il Venezia è una squadra ostica e molto competitiva”.

Da doppio ex, per chi tiferà?
“Vedrò la partita, essendo legato ad entrambe le squadre mi auguro vinca il migliore”.

Da qualche settimana il portiere titolare del Palermo è Desplanches al posto di Pigliacelli…
“Una scelta che era un po’ nell’aria, soprattutto quando i risultati scricchiolavano. Mi dispiace per Mirko perché a livello personale stava facendo bene. Quando hai due portieri di qualità e magari non arrivano i risultati si tende a provare l’altra soluzione”.


Il Venezia di Vanoli è tra le squadre più in forma.
“Una squadra tosta, costruita per vincere e fa un bel calcio. La squadra è in ottimo stato di forma. Il Venezia dirà la sua e ha il vantaggio della posizione di classifica che ai playoff non è poco. Sarà una grande partita, il Palermo però ha ritrovato le certezze”.

La favorita per la vittoria finale?
“Ho visto che la Cremonese due mesi fa era in grande condizione. Il Venezia è la squadra più costante, il Catanzaro la sorpresa e il Palermo è stato discontinuo. Ma sono tutte squadre forti”.

Gli uomini chiave stasera?
“Brunori e Pohjanpalo sono i bomber e potrebbero rivelarsi importanti. Ma a fare la differenza saranno i reparti difensivi”.