HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » napoli » Esclusive
Cerca
Sondaggio TMW
Il Napoli esonera Ancelotti e punta su Gattuso. Decisione giusta?
  Giusto cambiare, e Gattuso è la scelta giusta
  Giusto cambiarlo, ma Ancelotti non andava sostituito con Gattuso
  Sbagliata: bisognava andare avanti con Ancelotti

TN - Iovino, Club Napoli Parlamento: “Quanto è cresciuto il brand Napoli”

Il parlamentare ai nostri microfoni parla anche del momento degli azzurri: “Bisogna reagire in fretta”
16.11.2019 16:55 di Francesco Molaro    per tuttonapoli.net   articolo letto 247 volte

Deputato della Repubblica e soprattutto membro del Club Napoli Parlamento, Luigi Iovino del Movimento Cinque Stelle, tifosissimo degli azzurri e molto attento alle vicende calcistiche della nostra squadra del cuore ci ha rilasciato una lunga e interessante intervista ai nostri taccuini. 

“Troppe cariche, grazie, preferisco definirmi un tifoso del Napoli, un appassionato di calcio, che ama giocar al calcio (è membro della Nazionale Italiana Parlamentari, infatti, ndr.), e che segue le vicende calcistiche con la giusta attenzione. Il Napoli è nel mio cuore e provo, al di là degli impegni istituzionali, a seguirlo sempre con grande passione”.

Il brand Napoli è cresciuto tantissimo, lei cosa ne pensa? “De Laurentiis ha fatto un grande lavoro in questi ultimi anni. Il marchio Napoli è conosciuto finalmente in Europa, ora basterebbe provare a vincere per dare ancora maggior risalto a questa società. Il bilancio è positivo personalmente e mi auguro che anche quest’anno il Napoli ritrovi la via maestra. Comunque tornando ai fatti economici è importante anche il lavoro che si sta facendo in sinergia con Kappa. La maglia del Napoli finalmente la si trova anche in altre città e gli shop online hanno richieste da tutto il mondo anche da persone che non sono super tifosi”. 

Secondo lei De Laurentiis può pensare di cedere? “Per ora ancora no, ma un giorno forse, potrebbe anche. De Laurentiis ha capito che nel calcio non è facile vincere al Sud ma lui ci proverà ne sono sicuro".

Cosa sta succedendo quest’anno? “Non lo so, giuro non lo capisco, speravo si potessero fare grandi cose perché la Juve non è la solita Juve e l’Inter ancora non è pronta anche se Conte sta facendo buone cose. Mi aspettavo un Napoli lassù a giocarsi il titolo fino alla fine e invece eccoci a soffrire”. 

Di chi la colpa? “Credo un po’ di tutti. La squadra non doveva rifiutare il ritiro e dovrebbe dare di più in campo, mi aspetto una reazione proprio dei calciatori più che dell’allenatore. La società doveva essere più chiara con i tifosi così come Ancelotti doveva evitare di parlare di scudetto. I tifosi del Napoli sono cresciuti e hanno fatto bocca buona, illuderli è un reato".

Sarebbe pronto a fare un interrogazione parlamentare sulla questione Var? “Ho saputo che qualcuno l’ha fatta, certo la questione arbitrale sta diventando annosa in questi ultimi anni. Personalmente però non darei alibi alla squadra per la questione arbitri anche se al Napoli mancano almeno 4 rigori netti”. 

Torniamo al Calcio, crede nella Champions? “La qualificazione agli ottavi e il minimo, certo se in Italia è cosi difficile vincere, forse l’idea di fare bene in Europa forse può diventare la vera priorità degli azzurri, vedremo… intanto Forza Napoli Sempre!”.


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Napoli

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510