Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / napoli / Serie A
Napoli, l'ennesimo show per chiudere una stagione indimenticabileTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 5 giugno 2023, 07:00Serie A
di Antonio Gaito

Napoli, l'ennesimo show per chiudere una stagione indimenticabile

La serata che resterà per sempre nella memoria dei napoletani. Il Napoli saluta con l'ennesima partita a senso unico: un 2-0 alla Sampdoria dopo una gara sostanzialmente ad una sola porta con picchi dell'80'% di possesso per tre punti utili a ritoccare i numeri di un campionato senza storia col miglior attacco e la miglior difesa. Nel pre-partita la premiazione di Kim come miglior difensore, Osimhen come miglior attaccante e capocannoniere e di Kvaratskhelia come miglior giocatore assoluto, nel post-partita invece la cerimonia di premiazione con Di Lorenzo che alza il trofeo idealmente insieme a tutta la tifoseria - nuovamente in strada nei 24 maxi-schermi sparsi per città e provincia - prima della lunga festa Scudetto con tutti i principali cantanti ed attori napoletani e non solo.

Una stagione trionfale
La serata è utile a ripercorrere tutte le tappe che hanno portato il Napoli a demolire il campionato, al punto da vincerlo con cinque giornate d'anticipo nonostante un calo mentale pre-matematica nel momento dei quarti di Champions. Sui maxi-schermi vengono proiettate le partite più emozionanti, i gol più pesanti di Victor Osimhen e non solo, ma i ringraziamenti di tanti cantanti ed attori sul palco finiscono sui gol o le partite che sono risultate decisive: la girata di Simeone a San Siro, la magìa di Osimhen all'Olimpico, il 5-1 alla Juventus (citato anche da Di Lorenzo) e come ciliegina sulla torta il gol di Raspadori allo Stadium che ha fatto partire festeggiamenti ancora oggi senza fine.


Prossimo allenatore
Tanti i riferimenti all'addio di Luciano Spalletti, citato e ringraziato da tutti gli ospiti della serata. De Laurentiis come prevedibile non si sbilancia sul futuro della panchina del Napoli nelle varie interviste e quando coinvolto nella festa. La sensazione è che servirà forse tutto il mese di giugno per definire il nuovo allenatore: "Dopo questa festa, da domani lavoreremo assiduamente per il mese di giugno per incontrare... Napoli si può solo amare, e quando incontrerà questo sentimento stringerà la mano sperando di non aver sbagliato". I nomi sono i soliti: resiste Luis Enrique, in calo Conceicao, smentito Roberto Mancini che non dovrebbe essere dunque nella lista con Vincenzo Italiano e Thiago Motta.