Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / perugia / Primo Piano
Jacopo Segre felice lascia il Perugia! "Vorrei restare al Torino per tutta la prossima stagione"
sabato 21 maggio 2022, 18:59Primo Piano
di Redazione Perugia24.net
per Perugia24.net

Jacopo Segre felice lascia il Perugia! "Vorrei restare al Torino per tutta la prossima stagione"

Il grifone Jacopo Segre, contattato in esclusiva da Toro News, ha parlato del suo futuro. Eliminato ai play-off con il suo Perugia, il prossimo 30 giugno terminerà ufficialmente il suo prestito e tornerà così formalmente nella rosa del Torino. Centrocampista dai buoni piedi, classe 1997, con il granata addosso è cresciuto e ha esordito in Serie A il 26 settembre 2020 contro l’Atalanta. È comunque in Serie B che ha collezionato le soddisfazioni più importanti tra Venezia, Chievo, Spal e per l’appunto Perugia (37 presenze in questa stagione, di cui 30 da titolare in campionato). “Devo dire che, dopo un’annata così importante e tosta, un giocatore ha soltanto l’intenzione di riposarsi. L’attenzione al proprio futuro comunque non scema mai. Si è sempre vigili perché ogni giorno si leggono notizie su operazioni di vario genere; a tutti alla fine interessa sapere dove si andrà a giocare l’anno venturo. Giudico la mia annata al Perugia molto formativa. Non ho nessun rimpianto. Ho incontrato uomini che hanno reso la stagione speciale. È stato un altro anno importante per la mia crescita. Mi sono consacrato nel torneo di Serie B. Ho giocato quasi tutte le partite e abbiamo ottenuto un risultato significativo di squadra e di società. Penso che arrivare ai play-off sia stato un orgoglio per tutto il popolo perugino. La Serie B è sempre più competitiva. Ci sono squadre di un certo blasone che cercano di vincere. Ci sono sempre otto o nove squadre in lotta per la A. Il Perugia è stato una sorpresa, non essendo andati ai play-off club come Frosinone, Como, Spal, Parma. La B è difficile e per un giovane ci sta farsi le ossa in quel torneo. Si tratta di un bel trampolino. Sono passi importanti da fare nella vita professionale”.

Aveva iniziato la stagione che ormai sta andando in archivio con il Torino, prima del prestito in Umbria. Che impressione le aveva fatto Juric? Siete rimasti in contatto in questi mesi?

“Con Juric ho avuto un grandissimo rapporto. Ci siamo sentiti quando sono andato a Perugia. Ho sempre seguito attentamente l’evolvere del campionato dei granata. Sono felice da tifoso del Toro di commentare un buonissimo campionato della mia squadra. Ora speriamo di poter rivedere il mister e di aggregarmi alla Prima Squadra per il ritiro. Sarebbe il quinto ritiro e mi piacerebbe rimanere per l’intera stagione senza andare ulteriormente in prestito, come invece è capitato lo scorso agosto”.

Rimarrebbe anche da sostituto al Torino?

“Certo, perché sarebbe un percorso di crescita differente rispetto a quello affrontato con il Perugia. Mi farebbe bene come uomo. In ogni ambito bisogna rimboccarsi le maniche per ottenere il massimo: nessuno ti regala niente, servono sacrificio e volontà. Se mi vedo nel 3-4-2-1 di Juric? Io penso di sì. Fino all’anno scorso non avevo mai giocato a due. Quest’anno è stato formativo perché al Perugia ho sempre giocato nella mediana a due e quindi sono cresciuto dal punto di vista tattico. Secondo me, posso soddisfare le richieste tattiche di Juric, ma poi ovviamente qualsiasi decisione spetta al mister e alla società”.