Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / perugia / News
Parte il progetto Accademia Volley per la formazione di dirigenti delle società e dei comitati periferici
giovedì 1 dicembre 2022, 15:26News
di Redazione Perugia24.net
per Perugia24.net

Parte il progetto Accademia Volley per la formazione di dirigenti delle società e dei comitati periferici...

È ufficialmente pronto a partire il progetto dell’Accademia Volley, deliberato nel consiglio federale del 18 giugno scorso, che interesserà tutti i settori della formazione con particolare attenzione ai dirigenti sportivi delle società e dei comitati periferici.

L’Accademia Volley nasce dall’esigenza di creare una vera e propria cabina di regia, che risponda al bisogno del territorio di qualificare e valorizzare maggiormente le figure professionali che operano nei vari ambiti della federazione e delle società sportive. Tutto questo avverrà tramite la progettazione e l’implementazione del sistema della formazione. Il sistema formativo, curato dal Dott. Valter Borellini, è strutturato con una progressione didattica pluriennale. La Federazione Italiana Pallavolo, infatti, è la prima federazione sportiva italiana a dotarsi di un sistema di percorso formativo strutturato.

Gli obiettivi principali del progetto “Sistema Formativo Dirigenti Sportivi FIPAV” sono la classificazione dei dirigenti sportivi che operano nei comitati regionali e territoriali, la definizione del loro percorso di qualificazione che prevedrà una conseguente certificazione professionale che sarà rilasciata al termine dei cicli formativi.

L’intero progetto è basato, dunque, su tre cicli formativi di apprendimento. L’attivazione del primo ciclo è programmata nel mese di dicembre 2022, il secondo ciclo invece è previsto a partire dal mese di maggio 2023 e nel 2024 saranno attivati i workshop previsti nel terzo e ultimo ciclo.

Giuseppe Manfredi: “I comitati territoriali rappresentano il primo livello federale al quale le società sportive si rapportano e per questo motivo è necessario che la FIPAV dia loro gli strumenti per ampliare le conoscenze e competenze. Contestualmente ai nostri comitati regionali, invece, chiediamo un coordinamento delle strutture territoriali e l’applicazione uniforme a livello territoriale della metodologia della formazione. I presidi territoriali e regionali rappresentano le braccia operative del Consiglio Federale. La creazione dell’Accademia Formativa FIPAV, dunque, va esattamente in questa direzione e ha l’obiettivo di definire un percorso di sviluppo professionale fatto di conoscenze e competenze da mettere poi al servizio di tutte le nostre società e degli interlocutori esterni. Ringrazio quindi il Consigli o Federale per aver voluto e sostenuto la nascita di questa Accademia e tutti coloro che con impegno ne hanno consentito la realizzazione”.

Valter Borellini: “L’idea è nata con l’obiettivo di creare un vero e proprio sistema formativo di sviluppo; partendo dall’analisi dei bisogni abbiamo poi individuato il target al quale la FIPAV ambiva. Questo sistema di formazione, che ha la peculiarità di essere strutturato su più anni e quindi, con una progressione didattica, mette al centro del progetto i dirigenti sportivi stessi. Non è un caso, infatti, che alla fine venga rilasciata una certificazione sulla base di una serie di test propedeutici al completamento dei vari cicli. Il sistema di valutazione sarà importante per capire il livello di efficacia del percorso intrapreso. La FIPAV ha fortemente creduto in un modello di formazione moderno che sia al passo con i tempi e che possa permettere ai suoi dirigenti di innalzare il livello generale d i preparazione del sistema pallavolo nazionale”.