Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / pescara / Serie C
TMW - Marani su Under e Over: "Manca lo sbocco verso l'altro e questo ingolfa il sistema"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
giovedì 7 dicembre 2023, 19:19Serie C
di Tommaso Maschio

TMW - Marani su Under e Over: "Manca lo sbocco verso l'altro e questo ingolfa il sistema"

Nell'incontro che quest'oggi con la stampa online il presidente della Lega Pro Matteo Marani si è soffermato anche sull'utilizzo dei giovani. specialmente italiani, in terza serie e sui rischi che alcuni over si trovino fuori dai giochi troppo presto.

Fra le note positive c’è, però, il fatto la Serie C sia il campionato nel quale si lavora di più con i giovani
“Il nostro è un torneo con l’88% di calciatori italiani e questo è un dato importante da cui partire. In più con le nuove regolamentazioni anche grandi squadre come il Pescara, giusto per fare un nome, hanno iniziato il percorso sui giovani. Alcuni problemi, però, sono ancora da risolvere come quello del Vincolo Sportivo che rischia di far perdere alle società di far perdere i migliori giocatori allo scoccare dei sedici anni. Al Ministro dello Sport abbiamo chiesto di innalzarlo al 17 e con l’istituto dell’apprendistato che diventi d’autorità”.


Il rovescio della medaglia è che alcuni calciatori si trovano, però, fuori dai giochi alla soglia dei 30 anni a causa di un uso eccessivo e strategico dei giovani per il minutaggio…
“La Serie C deve essere un giusto mix fra calciatori giovani ed esperti. Il problema in quest’ottica è che non c’è più sbocco verso l’alto. C’è un tappo. Prima i calciatori crescevano in C, facevano palestra in B e poi approdavano nel grande calcio. Adesso invece si è creato uno sbarramento che ingolfa il sistema. Anche in questo caso, però non si può ragionare a compartimenti stagni. Serve una riforma di sistema in modo che la Serie A compri dai club di Lega Pro”.