Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports
tmw / potenza / Serie C
Serie C, giudice sportivo: multa all'Avellino e squalifica per Braglia. 4 turni a Vitale del SeregnoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Carlo Giacomazza/CGP Photo Agency
martedì 7 dicembre 2021, 17:49Serie C
di Claudia Marrone

Serie C, giudice sportivo: multa all'Avellino e squalifica per Braglia. 4 turni a Vitale del Seregno

Archiviata la 17^ giornata del campionato, in Serie C son state rese note le decisioni del giudice sportivo.
Di seguito la nota ufficiale:

Il Giudice Sportivo Dott. Stefano Palazzi, assistito da Irene Papi e dal Rappresentante dell'A.I.A. Sig. Marco Ravaglioli nelle sedute del 6 e 7 Dicembre 2021ha adottato le deliberazioni che di seguito integralmente si riportano:
"
GARE DEL 4,5 E 6 DICEMBRE 2021
PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari:
SOCIETA'
AMMENDA

€ 5000 AVELLINO A) per fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti: I - nell’avere, prima dell'inizio della partita, acceso e lanciato nel recinto di gioco, senza conseguenze, più di cinque bengala;
II - nell'avere, prima dell’inizio della partita, acceso, lanciato e fatto esplodere, senza conseguenze, nel recinto di gioco otto petardi di elevata potenza;
III - nell'avere, al 43°circa del secondo tempo, acceso, lanciato e fatto esplodere, senza conseguenze, nel recinto di gioco un petardo di elevata potenza;
B) per avere i suoi sostenitori, al 18°minuto circa del primo tempo, intonato ripetutamente cori offensivi e insultanti nei confronti dei tifosi avversari che, in applicazione dei principi enunciati dalla CGF a Sezioni Unite nella decisione pubblicata nel CU 179/CGF (2013/2014), emanata su ricorso del Frosinone Calcio, devono essere qualificati quali insulti beceri e di pessimo gusto, ma non idonei a porre in essere un comportamento discriminante.
Ritenuta la continuazione, misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, 25, comma 3, e 26 C.G.S., considerato che non si sono verificate conseguenze dannose (r.proc. fed., r.c.c.).
€ 3000 LUCCHESE per avere i suoi sostenitori che occupavano la curva ovest, al 16°minuto circa del primo tempo, intonato ripetutamente, per cinque volte in rapida successione, cori offensivi e insultanti nei confronti dei tifosi avversari che, in applicazione dei principi enunciati dalla CGF a Sezioni Unite nella decisione pubblicata nel CU 179/CGF (2013/2014), emanata su ricorso del Frosinone Calcio, devono essere qualificati quali insulti beceri e di pessimo gusto, ma non idonei a porre in essere un comportamento discriminante. Ritenuta la continuazione, misura della sanzione in applicazione degli artt. 13, comma 2, e 25, comma 3, C.G.S. (r.proc. fed.).
€ 2000 TARANTO A) per fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti: I - nell'avere fatto esplodere, dalla curva nord occupata dai sostenitori del Taranto: 1- all'inizio della partita e mentre le squadre erano a centro campo due petardi di elevato potenziale; 2- al termine della partita, mentre le squadre rientravano negli spogliatoi, un petardo di elevato potenziale.
II- nell'avere lanciato all'interno del recinto di gioco all'indirizzo dei calciatori ospitati e senza che venisse colpito alcuno, dalla curva nord, settore inferiore, occupata dai sostenitori del Taranto: 1- al termine del primo tempo una bottiglietta di caffè Borghetti; 2 - alla fine della gara tre bottigliette di caffè Borghetti.
B) per avere i suoi sostenitori che occupavano il settore Curva Nord intonato cori oltraggiosi: fra il 17° ed il 18°minuto del primo tempo circa e per tre volte contro le forze dell'ordine; al 22°minuto circa del secondo tempo e per due volte contro Istituzioni calcistiche. Ritenuta la continuazione, misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, 25, comma 3, e 26 C.G.S., considerato che non si sono verificate conseguenze dannose (r.proc. fed., r.c.c).
€ 1000 BARI per fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti nell'avere, al 41°minuto circa del secondo tempo e al fischio finale della partita, acceso, lanciato e fatto esplodere, senza conseguenze, nel recinto di gioco due petardi di elevata potenza. Ritenuta la continuazione, misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, 25, comma 3, e 26 C.G.S., considerato che non si sono verificate conseguenze dannose e che la Società disputava la gara in trasferta (r.proc. fed., r.c.c.).
€ 1000 FIDELIS ANDRIA A) per fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti nell'avere fatto esplodere, a fine gara, all’esterno dello stadio, in occasione dell’uscita del pullman della società Picerno, un petardo di elevata potenza;
B) per avere i suoi sostenitori intonato cori oltraggiosi nei confronti di un Dirigente della Squadra avversaria: 1- al 35°minuto del primo tempo, dalla curva occupata dai sostenitori medesimi, cori ripetuti per cinque volte e per una durata di circa due minuti; 2 - a fine gara, all’esterno dello stadio, in occasione dell’uscita del pullman della società AZ Picerno.
Ritenuta la continuazione, misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, 25, comma 3, e 26 C.G.S., considerato che non si sono verificate conseguenze dannose e valutate le modalità complessive dei fatti (r.proc. fed.).
€ 500 CATANIA per fatti violenti e contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza commessi dai suoi sostenitori, consistiti nell’avere danneggiato i vetri di due finestre dei servizi igienici maschili. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, e 26 C.G.S., valutate le modalità complessive dei fatti e considerato che la Società sanzionata disputava la gara in trasferta (r.proc. fed., r.c.c., obbligo di risarcimento se richiesto).
€ 500 LECCO per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti nell’avere fatto esplodere al 65°minuto, all'interno del settore occupato dagli stessi, un petardo di notevole potenza senza conseguenza alcuna. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, 25 e 26 C.G.S, considerato che non si sono verificate conseguenze dannose e che la Società sanzionata disputava la gara in trasferta (r. proc. fed, r. c.c.).
€ 500 MODENA per fatti violenti e contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza commessi dai suoi sostenitori, consistiti nell’avere preso a calci un seggiolino posto nella tribuna centrale, settore loro riservato, con conseguente danneggiamento. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, e 26 C.G.S., valutate le modalità complessive dei fatti e considerato che la Società sanzionata disputava la gara
in trasferta (r.c.c., obbligo di risarcimento se richiesto).
ALLENATORI ESPULSI
SQUALIFICA PER DUE GARE EFFETTIVE E € 500 DI AMMENDA

VIGLIOTTI ARCANGELO GABRIELE (IMOLESE) per avere, al termine della gara, tenuto una condotta violenta e irrispettosa nei confronti di un componente della panchina avversaria in quanto, si portava a metà campo, all’interno del terreno di gioco e si dirigeva verso quest’ultimo dapprima urlando parole non udibili, poi spingendolo con due mani sul petto e facendolo cadere a terra e, successivamente continuava a proferire frasi triviali. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 4 e 13, comma 2, C.G.S., ritenuta la continuazione, valutate le modalità complessive della condotta e considerato che non si sono verificate conseguenze dannose (panchina aggiuntiva).

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA
COLELLA GIOVANNI (LEGNAGO SALUS) per avere, al termine della gara, tenuto un comportamento irriguardoso nei confronti della quaterna arbitrale in quanto, al rientro negli spogliatoi rivolgeva loro frasi non rispettose. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 13, comma 2, e 36, comma 1, lett. a), C.G.S., valutate le modalità complessive della condotta.

ALLENATORI NON ESPULSI
SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA E € 500 DI AMMENDA

VIVARINI VINCENZO (CATANZARO) per aver pronunciato in due occasioni, al 14° ed al 25° minuto circa del primo tempo, un’espressione blasfema mentre si trovava in prossimità della panchina. Sanzione in applicazione degli artt. 13, comma 2, e 37 C.G.S., ritenuta la continuazione (r. proc. fed.).

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA
MADDALONI MASSIMILIANO (SIENA) per aver pronunciato un’espressione blasfema all'80°circa mentre si trovava in prossimità della panchina. Sanzione in applicazione dell’art. 37 C.G.S. (r. proc. fed.)
RAMPULLA MICHELANGELO (SIENA) per aver pronunciato un’espressione blasfema all'80°circa mentre si trovava in prossimità della panchina. Sanzione in applicazione dell’art. 37 C.G.S. (r. proc. fed.)
CUDINIMIRKO (CAMPOBASSO) per aver pronunciato un’espressione blasfema al 59°circa mentre si trovava in prossimità della panchina. Sanzione in applicazione dell’art. 37 C.G.S. (r. proc. fed.)
GRASSADONIA GIANLUCA (PAGANESE) per aver pronunciato in un unico contesto due espressioni blasfeme al 91°circa mentre si trovava in prossimità della panchina. Sanzione in applicazione dell’art. 37 C.G.S. (r. proc. fed.)

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITA' IN AMMONIZIONE (V INFR)
BRAGLIA PIERO (AVELLINO)
CALCIATORI ESPULSI
SQUALIFICA PER QUATTRO GARE EFFETTIVE

VITALE GAETANO (SEREGNO) per avere, al 29°minuto del secondo tempo, tenuto una condotta violenta nei confronti di un calciatore avversario in quanto, con il pallone a distanza di gioco, con il piede a martello colpiva con i tacchetti la tibia destra di un calciatore avversario costringendolo ad essere sostituito per la gravità dell’infortunio. Misura della sanzione in applicazione dell'art. 38 C.G.S, valutata la gravità della condotta e le conseguenze provocate all'avversario.

SQUALIFICA PER TRE GARE EFFETTIVE
SENO MATTIA (TRENTO) per avere, al 29°minuto del secondo tempo, tenuto una condotta gravemente irriguardosa nei confronti dell’arbitro, in quanto, a gioco fermo mentre l’arbitro si avvicinava per sincerarsi delle condizioni del calciatore numero 7 del Trento, il calciatore SENO dapprima lo colpiva con una manata di media intensità sul petto e dopo pronunciava al suo indirizzo una frase irriguardosa. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 13, comma 2, e 36, comma 1, lettera b), C.G.S, valutate le modalità complessive della condotta.

SQUALIFICA PER DUE GARE EFFETTIVE
MARANO FRANCESCO (RENATE) per avere, al 48°minuto del secondo tempo, tenuto una condotta violenta nei confronti di un calciatore avversario in quanto colpiva, nel tentativo di calciare il pallone, un avversario con i tacchetti all’altezza della tibia causandogli momentaneo dolore. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 13, comma 2, e 38 C.G.S, valutate le modalità complessive della condotta e considerato che non si sono verificate conseguenze dannose a carico dell'avversario.
MBAYE MAODO MALIK (FERMANA) per avere, al 15°minuto del secondo tempo, tenuto una condotta violenta nei confronti di un calciatore avversario in quanto, a gioco in svolgimento, colpiva al volto intenzionalmente un avversario. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 13, comma 2, e 38 C.G.S., valutate le modalità complessiva della condotta e considerato, da una parte, che non risultano conseguenze a carico dell’avversario e, dall’altra, la delicatezza della parte del corpo dell’avversario attinta dal colpo (supplemento referto arbitrale).

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA
ZARO GIOVANNI (SUDTIROL) per avere tenuto una condotta gravemente antisportiva toccando volontariamente il pallone con le mani e impedendo un'evidente opportunità di segnare una rete. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 13, comma 2, e 39 C.G.S.
VETTOREL THOMAS (CARRARESE) per aver tenuto, al 5°minuto del primo tempo, una condotta gravemente antisportiva commettendo un fallo su un avversario ed impedendo una chiara occasione da rete. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 13, comma 2, e 39 C.G.S, valutate le modalità complessive dei fatti.

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER DOPPIA AMMONIZIONE
SALTARELLI MIRKO (ALBINOLEFFE)

CALCIATORI NON ESPULSI
SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITA' IN AMMONIZIONE (V INFR)

WELBECK MASEKO NANA ADDO (CATANZARO)
ANGELI MATTEO (IMOLESE)
DI LIVIO LORENZO (LATINA)
ESPOSITO ANDREA (LATINA)
VITIELLO LEANDRO (PAGANESE)
AWUA THEOPHILUS (PRO VERCELLI)
ERMACORA FEDERICO (RENATE)
SILVA JACOPO (RENATE)
HADZIOSMANOVIC CRISTIAN (TERAMO)
BASSO GIANMARCO (VIBONESE)
CERNIGOI IACOPO (SEREGNO)
FUMAGALLI ERMANNO (SEREGNO)
JIMENEZ CASTILLO KALEB JOEL (SEREGNO)
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2022 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000