Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports
tmw / potenza / Primo Piano
Inchiesta Hidden Partner, innammissibili i ricorsi della Procura contro Caiata
martedì 07 settembre 2021 18:47Primo Piano
di Redazione 3 TuttoPotenza
per Tuttopotenza.com
fonte radiosienatv

Inchiesta Hidden Partner, innammissibili i ricorsi della Procura contro Caiata

Dopo il no del Gip alle misure cautelari. Caiata: "lo stato delle cose è evidente"

Sono stati ritenuti inammissibili dal Tribunale di Siena i ricorsi della Procura circa le misure interdittive che avevano coinvolto anche il presidente del Potenza Salvatore Caiata. Il dettaglio di radiosienatv. 

Il tribunale di Siena ha dichiarato inammissibili i ricorsi della Procura di Siena che aveva impugnato il rigetto, da parte del gip Ilaria Cornetti, delle richieste avanzate dai magistrati circa le misure di tipo interdittivo e di sospensione temporanea di licenze, concessioni e autorizzazioni a carico delle dieci società coinvolte nell’inchiesta “Hidden Partner”, la rumorosa indagine che ipotizza reati di riciclaggio internazionale e corruzione. Per Sielna non era stata fatta impugnazione.

Questa mattina in udienza sono state discusse le impugnazioni, con le difese che hanno presentato ampie memorie, ribadendo come nessuna società abbia mai tratto benefici dai reati ipotizzati; dopo due ore di discussione il collegio presieduto dal giudice Luciano Costantini, accogliendo le eccezioni difensive, ha dichiarato inammissibili i ricorsi per tutte le dieci realtà imprenditoriali, fra cui figuravano ristorante il Campo, il Potenza Calcio del presidente Salvatore Caiata, deputato di Fratelli d’Italia, e La Cascina. Per Sielna, del magnate Igor Bidilo, la Procura non aveva fatto ricorso.

“Ero fiducioso e sono molto soddisfatto per come sono andate le cose – ha commentato Caiata – E’ l’ennesimo appello che è stato rigettato, credo che lo stato delle cose sia abbastanza evidente e non vado oltre ad esprimere pareri sulla situazione che si è creata”.

LEGGI QUI L'ARTICOLO INTEGRALE

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000