Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / potenza / Primo Piano
Pippo Inzaghi si è sposato a Formentera
mercoledì 19 giugno 2024, 16:20Primo Piano
di Redazione
per Tuttopotenza.com
fonte ilrestodelcarlino.it

Pippo Inzaghi si è sposato a Formentera

Non uno, bensì due matrimoni! In attesa di suggellare la loro unione il prossimo lunedì 24 giugno a Salerno, come era stato svelato nel marzo scorso dalle pubblicazioni di matrimonio del Comune di Milano (dove entrambi hanno la residenza), Filippo Inzaghi e Angela Robusti si sono intanto sposati martedì 18 giugno a Formentera, in Spagna.

Lui 50 anni, lei 34, ma l’età non vale, conta solo l’amore che provano l’uno per l’altra da quando i due si sono conosciuti nel 2017 a Venezia, ai tempi nei quali Pippo era allenatore del club veneto appena promosso in Serie A. Nel corso della loro relazione, i due hanno dato alla luce anche i loro due bambini: Edoardo ed Emilia, di due e un anno.

Pippo e Angela hanno detto il loro sì completamente vestiti di bianco, alla presenza di circa 200 persone volate fin sull’isola delle Baleari. Molti i vip, compresi gli ex calciatori e compagni di Pippo. Tra questi l’immancabile fratello Simone (attuale allenatore dell’Inter), Massimo Ambrosini, Massimo Oddo, Christian Vieri e l’ex “Velina” Costanza Caracciolo, poi Giuseppe Pancaro, Roberto Baronio, Pasquale Foggia, Fabio Paratici, Ignazio Abate e la sua compagna Valentina Del Vecchio. 
La cerimonia e la festa di nozze sono state documentate su Instagram con tantissimi post e storie da parte dei presenti. Una messa elegantissima, dove tutti gli sposi erano vestiti di bianco: Angela ha optato per un look che ricorda l'abito da matrimonio, con tanto di velo bianco, mentre Pippo ha scelto uno smoking bianco. Si è svolta nella chiesa della piazza del paese del loro cuore, frequentatissima da tanti italiani in questo periodo dell’anno. 
Poi il party è proseguito in spiaggia, in un ristorante in riva al mare. Per ciascun ospite, gli sposi hanno preparato una “Welcome box” (una scatola di benvenuto) con un invito a lasciare a casa lo stress: "Benvenuti nella nostra isola del cuore — si leggeva sulla scatola — Lasciatevi trasportare dall'anima di Formentera e lasciate qui dentro tutto lo stress e i pensieri di casa!”.

Ora tutti a Salerno, dove lunedì prossimo l’unione tra Inzaghi e Robusti verrà suggellata anche in Italia. 
La prima volta che Inzaghi e Robusti si sono conosciuti è stata piuttosto buffa. I due si sono ritrovati a Venezia a una festa di Halloween. “Lo trovai al bar, entrambi ordinammo dell’acqua — aveva detto Angela a Di Più, una versione confermata anche nell’autobiografia personale di Superpippo — ‘Dovreste provare a conoscervi’, ci disse il barista. ‘Siete gli unici ad avermi chiesto qualcosa di analcolico’. Ci guardammo. Scattò una risata”. 
Ma l’inizio però tra i due non è stato semplice: “Ci scontrammo subito perché mi accorsi che non era abituato a corteggiare — aveva aggiunto Robusti — A me invece piace farmi corteggiare e soprattutto non accetto ordini”. 
Di lì a poco, però, arrivò la prima cena: “Fu una serata da ridere, spensierata in cui forse ci innamorammo. Capii che tra di noi stava accadendo qualcosa quando, all’improvviso, durante la cena Filippo fece una videochiamata a sua mamma, che si chiama Marina, e me la passò”. 
Buffo e tragicomico fu anche il primo incontro tra Inzaghi e i genitori di Angela: “Un giorno svenni in ufficio, la persona per cui lavoravo prese il mio cellulare e chiamò Filippo, che avevo memorizzato in rubrica con la parola ‘amore’ — aveva concluso lei — Stava allenando, mollò tutto e corse da me. Mi portò in ospedale e dopo qualche minuto arrivò mio padre.
‘Papà, lui è il mio fidanzato’, dissi. Si strinsero la mano di fianco a me che ero su una barella, in attesa di essere visitata”.