Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports
tmw / roma / Altre Notizie
LIVE TMW - Coronavirus, il bollettino: 782 nuovi contagiati. Crespo positivo dopo il vaccinoTUTTOmercatoWEB.com
domenica 27 giugno 2021 17:15Altre Notizie
di Redazione TMW
live

Coronavirus, il bollettino: 782 nuovi contagiati. Crespo positivo dopo il vaccino

17.04 - Protezione Civile, il bollettino: 782 nuovi contagiati (-570 positivi rispetto a ieri). 14 morti in 24h - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 138.391 tamponi e individuati 782 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 57.162, 570 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 14 persone affette da Coronavirus per un totale di 127.472 decessi dall'inizio dell'epidemia.
Attualmente positivi: 57.162
Deceduti: 127.472 (+14)
Dimessi/Guariti: 4.073.435 (+1.336)
Ricoverati: 2.037 (-32)
di cui in Terapia Intensiva: 294 (-4)
Tamponi: 71.132.502 (+138.391)

Totale casi: 4.258.069 (+782, +0,02%)

11.52 - Perisic positivo, il medico della Croazia: "Nessuno andrà in isolamento, rispettati i protocolli" - Dopo la positività di Ivan Perisic, la Croazia ha comunicato che nessun membro della delegazione dovrebbe essere posto in autoisolamento, perché sono stati rispettati tutti i protocolli. La nazionale è volata stamattina per Copenaghen, dove domani alle 18 affronterà la Spagna negli ottavi di finale del Campionato Europeo: "Siamo consapevoli che una cosa del genere può capitare a qualsiasi nazionale", ha affermato il medico della Croazia, il dott. Saša Janković. "Per questo rispettiamo tutte le misure sin dal primo giorno, così come il protocollo UEFA, per scongiurare la possibilità di isolamento per un gran numero di giocatori e prevenire la possibile diffusione del virus, come abbiamo fatto con successo durante l'autunno, quando abbiamo avuto casi simili durante la Nations League. Ciò include i test antigenici, che hanno confermato che non ci sono altri positivi. Ci dispiace che Ivan non ci sarà contro la Spagna e speriamo che guarisca rapidamente e che abbia pochi sintomi".

10.05 - Crespo risultato positivo dopo il vaccino - Hernán Crespo, allenatore del San Paolo, è risultato positivo al coronavirus e dovrà restare isolato per i prossimi giorni. Valdanito, come tutta la squadra, aveva ricevuto la prima dose del vaccino dieci giorni fa. Questo il tweet del club brasiliano: "Il tecnico Hernán Crespo è risultato positivo al Covid-19. È già in isolamento e assistito dal dipartimento medico del club. Durante la sua assenza, la squadra sarà guidata dall'assistente Juan Branda".

18:05 - - Il bollettino di oggi in Italia - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 224.493 tamponi e individuati 838 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 57.732, 2.503 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 40 persone affette da Coronavirus per un totale di 127.458 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 57.732
Deceduti: 127.458 (+40)
Dimessi/Guariti: 4.072.099 (+3.301)
Ricoverati: 2.069 (-136)
di cui in Terapia Intensiva: 298 (-8)
Tamponi: 70.994.111 (+224.493)

Totale casi: 4.257.289 (+838, +0,02%)

16.08 - Fonti Governo: nessun problema con le dosi dei vaccini - Non ci sarà nessuna emergenza-vaccini in Italia. E i richiami saranno fatti a tutti. Fonti del governo rassicurano spiegando che a luglio arriveranno oltre 14 milioni di dosi (12 di Pfizer e più di 2 di Moderna), abbastanza per mettere in sicurezza un numero consistente di italiani e per cercare di arginare una possibile e temuta ondata Delta (la variante Covid che sta prendendo sempre più spazio anche in Europa).

11.03 - Il punto su campagna vaccinale e contagi da variante Delta (al 16,7% in Italia) - Il progressivo calo di contagi e ospedalizzazioni in Italia (con l’indce Rt stabile intorno allo 0,7) favorisce le riaperture, la campagna vaccinale procede con circa 49 milioni di dosi somministrate e 17,2 milioni di italiani che hanno completato il ciclo (pari al 32% della popolazione over 12). Per contro, la diffusione della variante Delta (in Italia è al 16,8 %) che ha fatto aumentare i contagi in modo esponenziale nel Regno Unito e in Portogallo, costringendo i governi a nuove parziali misure restrittive, preoccupa a livello europeo ed è stata anche uno dei temi al centro del vertice Ue di Strasburgo. Il presidente del Consiglio Superiore di Sanità Locatelli non esclude la creazione di zone rosse ad hoc in Italia per isolare i focolai e contrastare il diffondersi della variante Delta.

SABATO 26 GIUGNO

23.10 - Europei, il ministro Speranza e i dubbi sulla finale a Wembley: "C'è tempo per verificare" - "Credo che se i numeri della Gran Bretagna continuano a crescere le parole di Draghi siano di buonsenso". Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, in merito alla disputa della finale di Euro 2020 allo stadio di Wembley a Londra ai microfoni di SkyTg24. "L'11 luglio è una data ancora piuttosto distante e quindi ci sarà tutto il tempo per le autorità competenti per verificare e fare tutte le valutazioni del caso".

22.40 - Finlandia, focolaio Covid tra i tifosi dopo la trasferta in Russia: 86 positivi - 86 tifosi della Finlandia hanno contratto il Coronavirus dopo essersi recati a San Pietroburgo, in Russia, per assistere alla sfida di Euro 2020 della loro nazionale contro il Belgio. I test sono stati effettuati alle dogane lungo il confine con la Russia e hanno, appunto, fatto emergere 86 positivi. Le analisi sono ancora in corso, intanto le autorità sanitarie locali hanno esortato tutti coloro che sono tornati da San Pietroburgo ad effettuare un test entro 72 ore, sottolineando che il tasso di contagio in Russia era 20 volte superiore a quello della Finlandia. Il Premier Sanna Marin, a margine di un vertice UE a Bruxellesha, ha sottolineato che "è importante che tutti facciano un test: i casi saranno così identificati e l'infezione non si diffonderà".

18.35 - Il bollettino di oggi in Italia - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 192.541 tamponi e individuati 753 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 60.235, 2.072 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 56 persone affette da Coronavirus per un totale di 127.418 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 60.235
Deceduti: 127.418 (+56)
Dimessi/Guariti: 4.068.798 (+2.769)
Ricoverati: 2.205 (-150) di cui in Terapia Intensiva: 306 (-22)
Tamponi: 70.769.618 (+192.541)
Totale casi: 4.256.451 (+753, +0,02%)


15.58 - Draghi: "la pandemia non è finita" - "La pandemia non è finita, non se siamo ancora fuori. E lo vediamo dal Regno Unito che qualche settimana fa aveva i casi attuali della Francia e oggi 20 volte tanto". Così il premier Mario Draghi in conferenza stampa dopo il Consiglio Ue. Che aggiunge: "Va ancora affrontata con determinazione, attenzione e vigilanza. Teniamo alta la pressione sui tamponi - spiega - continuiamo a farli. E' molto importante per individuare con prontezza lo sviluppo di nuove varianti e contagi".

10.29 - Mancini preoccupato dal Covid a Londra - Oggi l'Italia parte per Londra, dove domani affronterà l'Austria per gli ottavi di finale. Non una vigilia tranquilla e spensierata per Roberto Mancini che, a causa di direttive londinesi, si è visto annullare la rifinitura a Wembley e di conseguenza ha dovuto riprogrammare l'intera giornata azzurra. La motivazione è stata inerente al terreno di gioco, già in precarie condizioni, ma più ufficiosamente tutto ruota attorno all'altro ottavo di finale dirottato da Dublino a Wembley tra Inghilterra e Germania di mercoledì. Gli inglesi vogliono trovare il miglior terreno di gioco possibile riducendo gli impegni delle altre. Situazione che infastidisce molto Mancini, già turbato dalla scelta di giocare a Londra, città che sta facendo i conti con la variante del Covid.

VENERDÌ 25 GIUGNO

19.51 - Il bollettino di oggi in Italia - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 188.191 tamponi e individuati 927 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 62.309, 5.649 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 10 persone affette da Coronavirus per un totale di 127.362 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 62.309
Deceduti: 127.362 (+10)
Dimessi/Guariti: 4.066.029 (+6.566)
Ricoverati: 2.355 (-129) di cui in Terapia Intensiva: 328 (-16)
Tamponi: 70.577.077 (+188.191)
Totale casi: 4.255.700 (+927, +0,01%)


14.54 - Christillin: "Allo stato attuale direi che la sede della final four è l’Inghilterra" - Intervenuta a margine di un evento al Museo Egizio di Torino Evelina Christillin, membro del direttivo UEFA, ha parlato della possibilità che la finale dell’Europeo non si giochi a Londra a causa dell’aumento dei contagi della variante delta del Covid-19: “Come consigliere della UEFA posso garantire che c’è grande senso di responsabilità. In questi mesi la UEFA è riuscita a far continuare i campionati e le coppe europee in piena sicurezza ed è in contatto continuo con il governo e le autorità sanitarie inglesi. - conclude Christillin – Allo stato attuale direi che la sede della final four è l’Inghilterra, ma se non ci saranno le condizioni verranno valutate altre situazioni”.

14.06 - Possibile bolla per i tifosi in vista della Final 4 degli Europei - I 16.135 nuovi contagi in Inghilterra mettono a repentaglio la possibilità che i tifosi stranieri possano assistere alla Final Four dell'Europeo senza la quarantena all'arrivo in UK. Una soluzione potrebbe essere una sorta di "bolla" per cui i tifosi verrebbero scortati dall'aeroporto allo stadio e di nuovo all'aeroporto. Si teme però che sarà molto difficile.

10.50 - Caccia al biglietto per Wembley - L'Italia è pronta a tornare in campo sabato nell'ottavo di finale contro l'Austria a Wembley e in Inghilterra è partita la caccia al biglietto da parte degli italiani che vivono a Londra. Il prezzo dei ticket non è proprio per tutte le tasche: 125 euro quelli più economici e 185 quelli di categoria A. Tutti i possessori del biglietto dovranno effettuare un test Covid entro 51 ore dal calcio d’inizio. La partita si gioca alle 20 (ora locale) e i cancelli apriranno alle 17. All’interno dello stadio, bisogna indossare la mascherina, igienizzare la mani e rispettare le distanze.

GIOVEDÌ 24 GIUGNO

23.34 - UEFA, aperta inchiesta contro la Macedonia del Nord - La UEFA ha aperto un'inchiesta sulla nazionale della Macedonia del Nord per una possibile irregolarità commessa da alcuni componenti della squadra eliminata da Euro 2020 lo scorso 19 giugno, ad Amsterdam, durante i test per il coronavirus. I giocatori sarebbero accusati di comportamento scorretto e possibile violazione del protocollo UEFA sul Covid-19. Il massimo organo calcistico europeo ha già nominato una commissione disciplinare per trattare il caso.

22.12 - Crescono i contagi in Inghilterra - Nonostante nella giornata di ieri sia stato ribadito il fatto che la Final Four di Euro 2020 sarà giocata, come da programma, a Londra, in Inghilterra cresce la paura legata ai contagi per il Covid-19 legati alla variante Delta. Nell'ultimo giorno sono risultati positivi 16.135 persone, registrando il dato più alto dallo scorso 2 febbraio. L'Italia partirà per il Regno Unito nei prossimi giorni, visto che sabato affronterà l'Austria agli ottavi proprio a Wembley.

18.15 - Il bollettino di oggi in Italia - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 198.031 tamponi e individuati 951 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 68.619, 4.345 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 30 persone affette da Coronavirus per un totale di 127.352 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 68.619 (-4.345)
Deceduti: 127.352 (+30)
Dimessi/Guariti: 4.059.463 (+5.455)
Ricoverati: 2.484 (-167)
di cui in Terapia Intensiva: 344 (-18)
Tamponi: 70.388.886 (+198.031)
Totale casi: 4.255.434 (+951, +0,03%)

16.12 - Euro 2020, il governo britannico allenta le misure per chi arriva dall'estero. Finale in bolla - Il governo britannico ha difeso la scelta di allentare le misure restrittive in vigore per chi arriva dall'estero al fine di facilitare l'arrivo dell'ampia delegazione Uefa, attesa a Londra in occasione delle due semifinali e della finale di Euro 2020. Dopo lunghe trattative con il governo del calcio europeo, Downing Street sembra intenzionata a concedere una sorta di esenzione dall'obbligo di quarantena per le circa 2.500 persone - tra dirigenti sportivi, autorità politiche, media e sponsor - che assisteranno a Wembley alle ultime partite del torneo. Un'eccezione giustificata dall'importanza dell'evento, ma che ha anche sollevato qualche polemica e preoccupazione, dal momento che attualmente chiunque arrivi nel Regno Unito da un paese europeo, fatta eccezione per Gibilterra e Islanda, è obbligato ad osservare un periodo di 10 giorni di autoisolamento. Clicca qui per la news completa.

13.14 - Inghilterra, Segretario Cultura: "Euro 2020 sarà un momento indimenticabile della nostra ripresa" - Oltre 60mila spettatori saranno ammessi a Wembley per le semifinali e la finale di Euro2020, in programma il 6-7 e l'11 luglio. Le cosiddette Final Four di Euro2020 vedranno quindi la più grande folla riunita in un evento sportivo nel Regno Unito negli ultimi 15 mesi. Queste le prime parole del Segretario alla Cultura, Oliver Dowden: "Siamo entusiasti dell'accordo sul pubblico per semifinali e la finale di Euro 2020. Abbiamo lavorato in stretto contatto con UEFA e FA per garantire l'adozione di misure sanitarie anti Covid rigorose e rigide, consentendo allo stesso tempo a un maggior numero di tifosi di tornare a seguire le partite dal vivo. Sarà un momento indimenticabile nella ripresa dell'intero Paese".

09.13 - Il Ministro Speranza: “Firmata ordinanza stop mascherine all'aperto dal 28” - "Ho appena firmato un'ordinanza che permette di non usare la mascherina all'aperto" dal 28 giugno. Lo ha annunciato il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenuto su Rai3. "La mascherina è e resta uno strumento fondamentale - ha detto - va indossata necessariamente quando non si può rispettare il distanziamento".

MERCOLEDÌ 23 GIUGNO

23.20 - Speranza sul possibile spostamento della finale dell'Europeo: "Da Draghi parole di buon senso" - "Non c'è dubbio che bisognerà veder i dati delle prossime settimane. Credo che il Presidente del Consiglio abbia detto solo cose di buon senso". Così il Ministro della Salute Roberto Speranza ha parlato ai microfoni di Rai Tre del possibile spostamento della final four dell'Europeo, che dovrebbe tenersi a Londra, visto l'aumento dei contagi in Inghilterra a causa della variante Delta: "Penso che questa variante vada seguita con la massima attenzione, in Italia abbiamo solo l'1% di casi legati a questa mutazione, ma ci aspettiamo che possa salire e dobbiamo seguire l'evolversi della situazione con massima attenzione. - continua Speranza - Draghi e Merkel hanno lanciato un messaggio che condivido molto, non dobbiamo considerare la partita chiusa, non dobbiamo illuderci di aver già vinto la battaglia, ma tenere un livello d'attenzione alta e i piedi ben piantati per terra. Solo passo dopo passo possiamo continuare questo percorso per uscire dalla pandemia".

20.30 - Southgate sullo stop a Chilwell e Mount: "Situazione bizzarra" - Gareth Southgate, ct dell'Inghilterra, a pochi minuti dalla sfida contro la Repubblica Ceca ha commentato la situazione legata a Mount e Chilwell, in isolamento dopo essere stati in contatto con lo scozzese Billy Gilmour, risultato poi positivo al Covid-19: "Sono estremamente dispiaciuti di perdere le partite. Dobbiamo solo andare avanti. È una situazione bizzarra, hanno trascorso 120 secondi di troppo in uno spazio piuttosto aperto. È uno scenario pieno di contraddizioni per me, ma andremo avanti. Non lo capisco perché ci sono squadre che viaggiano in aereo, pullman e bus in spazi chiusi per ore. Proprio non capisco".

17.43 - Il bollettino di oggi in Italia - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 192.882 tamponi e individuati 835 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 72.964, 3.889 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 31 persone affette da Coronavirus per un totale di 127.322 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 72.964 (-3.889)
Deceduti: 127.322 (+31)
Dimessi/Guariti: 4.054.008 (+4.692)
Ricoverati: 2.651 (-124)
di cui in Terapia Intensiva: 362 (-23)
Tamponi: 70.190.855 (+192.882)
Totale casi: 4.254.294 (+835, +0,02%)


16.11 - Finale Euro 2020 a Wembley, Merkel: "La UEFA si muova con senso di responsabilità" - Messaggio del cancelliere tedesco Angela Merkel alla UEFA, in vista della finale di Euro 2020 in programma a Londra: "I campionati europei si svolgono anche in una zona di varianti Covid, e come sapete tutti coloro che viaggiano in Gran Bretagna devono andare in quarantena. Spero che l'Uefa si muova con senso di responsabilità. In generale non sarei d'accordo nel vedere stadi completamente pieni e ritengo che si debba continuare a mettere in atto precise misure anti Covid". Da pochi minuti è arrivata la notizia dell'ampliamento della capienza di Wembley fino a 60mila spettatori per semifinali e finale di Euro 2020.

15.32 - L'annuncio del Sottosegretario Costa: "La Serie A ripartirà col 25% di tifosi sugli spalti" - La Serie A 2021/22 partirà con almeno il 25% dei tifosi sugli spalti. A dirlo, nel corso di una intervista rilasciata a 'Radio Punto Nuovo', il sottosegretario alla Salute Andrea Costa: "Ne abbiamo parlato questa mattina con il ministro Speranza e per la prossima stagione vi posso dare la notizia che partirà dal 22 agosto con il 25% di pubblico in presenza. Ci sarà una graduale progressione per arrivare nelle settimane successive con incremento percentuale. La prossima stagione, quindi sarà con il pubblico in presenza e non inferiore al 25%. Ci vuole prudenza, senso di responsabilità, ma non è mai mancato nei cittadini italiani".

15.25 - Euro 2020, la capienza di Wembley verrà estesa a 60mila spettatori per le semifinali e la finale - La finale di Euro 2020 resta a Wembley. La UEFA e il governo britannico lo hanno ribadito dopo le varie ipotesi circolate in questi giorni relativamente ad un possibile spostamento della sede per l’atto conclusivo del primo Europeo itinerante. Ipotesi nate in prima istanza per questioni legate alla quarantena a cui devono sottostare i soggetti che fanno ingresso nel Regno Unito, poi rilanciate dal premier italiano Mario Draghi per via dell’aumento dei casi di Covid-19, dovute alla maggiore incidenza della variante delta. Adesso, arriva un'ulteriore conferma. La capienza di Wembley - allo stato attuale, l’impianto londinese è aperto al 25%, può dunque ospitare 22.500 persone - verrà estesa a 60mila spettatori per le semifinali e la finale della competizione.

13.29 - Finale Euro 2020 a Londra, governo britannico ottimista: "Accordo in vista". Ipotesi bolla sanitaria - Il governo britannico è ad un passo dal trovare l'accordo con la Uefa per assicurare che la finale di Euro 2020, in programma domenica 11 luglio, venga disputata a Wembley. Secondo fonti governative, citate dall'agenzia Pa, un accordo tra le parti è ormai in dirittura d'arrivo, e a breve verrà ufficializzato, dopo una serie di colloqui "dall'esito positivo" che si sono svolti negli ultimi giorni. La Uefa pretende che almeno in occasione dell'ultima partita dell'Europeo Londra sospenda le attuali misure restrittive anti-Covid per i suoi numerosi ospiti, una folta delegazione di circa 2.500 persone composta da dirigenti sportivi, autorità politiche, sponsor e media. Secondo le indiscrezioni trapelate oggi, Downing Street avrebbe proposto un compromesso che prevede un ampio allentamento delle suddette misure, alcune delle quali però resterebbero in vigore. Ieri la sottosegretaria alla Cultura, la Baronessa Barran, aveva indicato che i colloqui erano ancora in corso e che una decisione finale, da parte britannica, non era stata ancora presa. L'ipotesi al vaglio prevede la creazione di una bolla sanitaria che consenta agli ospiti Uefa, pur nel rispetto delle misure di auto-isolamento, di presenziare alla partita, evitando però ogni contatto con gli altri spettatori presenti allo stadio e limitando al minimo la permanenza sull'isola.

12.51 - Inghilterra, è ufficiale: Mount e Chilwell in isolamento fino al 28 giugno. Out contro la Repubblica Ceca - Adesso è ufficiale. Mason Mount e Ben Chilwell, che avevano avuto una lunga chiacchierata con lo scozzese Billy Gilmour (risultato positivo al Covid-19) al termine del derby britannico di venerdì scorso, non giocheranno il match di questa sera contro la Repubblica Ceca. Entrambi - riporta la nota ufficiale della Federcalcio inglese - resteranno in isolamento fino al 28 giugno, allenandosi individualmente al centro sportivo del Tottenham.

11.10 - Il governo inglese chiude la questione - "La finale degli Europei si svolgerà a Wembley" - A chiudere il capitolo sulla finale dell'Europeo, in maniera definitiva, ci ha pensato oggi il ministro della Salute britannico, Matt Hancock, che ha risposto a una domanda di Sky News sulle dichiarazioni di Draghi a proposito della possibilità di disputare la partita in un Paese dove il tasso di contagi da coronavirus sia meno alto. "Sono stato venerdì a Wembley, è stato stupendo sentire di nuovo la folla fare il tifo, abbiamo una grandissima location, spero che Inghilterra, Scozia e Galles vadano avanti", ha detto ancora.

10.09 - Cts: "Ci sono le Condizioni per togliere mascherina all'aperto. Politica deciderà quando" - "Ci sono le condizioni per togliere la mascherina all'aperto. Spetterà alla politica decidere quando". E' questo in sintesi il parere del Cts, che oggi si è riunito per fornire le indicazioni richieste dal ministero della Salute sullo stop all'obbligo della mascherina all'aperto. A quanto si apprende, non ci sarebbe una data specifica, ma nelle ultime ore erano circolate le ipotesi del 28 giugno o del 5 luglio, date che danno seguito ai provvedimenti presi dopo i numeri dei monitoraggi.

MARTEDÌ 22 GIUGNO

23.35 - Svezia, Kulusevski: "Pentito per il video della cena, ma non potevo chiudermi in un garage" - l centrocampista della Juventus e della Svezia Dejan Kulusevski dal ritiro della nazionale ha parlato della positività al Covid-19 e delle critiche ricevute per il video in cui lo si vedeva a cena con amici senza rispettare le regole anti contagio: “È stato difficile stare seduti a casa e vedere giocare i miei compagni idi nazionale, ma non ero triste. Il mio obiettivo era guarire velocemente per essere utile. Avevo il timore di aver contagiato qualcuno senza volerlo visto che non ho mai avuto alcun sintomo. Il video? Avrei dovuto stare più attento, ma non potevo mica chiudermi in un garage una volta tornato a casa. All’odio social sono abituato, non posso controllare cosa pensano gli altri, ma voglio dire che molti mi hanno contattato per farmi gli auguri di pronta guarigione e ho sentito l’affetto di molte persone che volevano sapere come stavo. - conclude Kulusevski come riporta la versione online di Tuttosport- Penso di avere una buona possibilità di giocare contro la Polonia anche se non sarà facile passare dal divano al campo, ma mi sento molto bene e penso di poter giocare”.

22.56 - Inghilterra, Southgate sull'isolamento di Mount e Chilwell: "Non sappiamo se saranno disponibili" - Intervenuto in conferenza stampa, il ct dell'Inghilterra Gareth Southgate ha parlato alla vigilia della sfida contro la Repubblica Ceca di Mason Mount e Ben Chilwell: i due giocatori sono in isolamento dopo essere stati a contatto con lo scozzese Billy Gilmour, affrontato nel derby britannico di venerdì sera e risultato positivo al Covid-19. La Federcalcio valuterà con le autorità mediche la loro posizione, ma a questo punto la loro presenza per domani contro la Repubblica Ceca è a forte rischio: "In questo momento non sappiamo davvero se saranno disponibili. Potrebbero esserci come potrebbero essere indisponibili per 10 giorni".

22.01 - Europeo, finale da Wembley a Roma? UEFA risponde a Draghi: "Nessun piano per cambio sede" - La risposta della UEFA a riguardo, però, non si è fatta attendere. "La Uefa, la federazione inglese e le autorità inglesi stanno lavorando a stretto contatto con successo per organizzare le semifinali e la finale di Euro a Wembley e non ci sono piani per cambiare la sede di quelle partite", si legge nella nota ufficiale. No comment, per il momento, da Downing Street alle parole del presidente del Consiglio italiano. Sull’ipotesi di spostare la finale di Euro 2020, oggi si era esposto anche il presidente della Figc Gabriele Gravina: “Non ci sono le condizioni per poter pensare, sotto il profilo organizzativo, ad una final four a Roma o a Budapest”, togliendo quindi molti dubbi circa la possibilità di un eventuale stravolgimento da parte della UEFA.

21.07 - Draghi: "Finale Euro 2020? Non si giochi dove crescono i contagi". Il premier punta a Roma - Trasferire la finale degli Europei a Roma dalla Gran Bretagna, dove corre la variante Delta? "Rispondo sì per adoperarmi perché la finale non si faccia in un Paese in cui i contagi stanno salendo rapidamente". Lo ha detto il premier Mario Draghi da Berlino, durante la conferenza stampa congiunta con la cancelliera tedesca Angela Merkel, alla domanda sulla eventualità di trasferire la finale dei campionati europei in Italia, considerato l’aumento dei contagi da Covid nel Regno Unito. Anche se la stoccata di Draghi all’Inghilterra va in contrasto con l’attuale volere della UEFA che ha chiesto al Governo inglese di aumentare a 65mila spettatori la capienza di Wembley per semifinali e finale.

19.40 - Inghilterra, Mount e Chilwell in isolamento per essere stati a contatto con Gilmour - La FA ha costretto Mason Mount e Ben Chilwell ad auto-isolarsi dopo essere stati in contatto con lo scozzese Billy Gilmour, affrontato nel derby britannico di venerdì sera e risultato positivo al Covid-19. La Federcalcio valuterà con le autorità mediche la loro posizione, ma a questo punto la loro presenza per domani contro la Repubblica Ceca è a forte rischio.

18.22 - Protezione Civile, il bollettino: 495 nuovi contagiati (-10.857 positivi rispetto a ieri). 21 morti in 24h - La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati effettuati 81.752 tamponi e individuati 495 nuovi positivi al COVID-19. Gli attualmente positivi sono 76.853, 10.857 in meno rispetto a ieri. Nell'ultimo giorno sono morte 21 persone affette da Coronavirus per un totale di 127.291 decessi dall'inizio dell'epidemia.

Attualmente positivi: 76.853
Deceduti: 127.291 (+21)
Dimessi/Guariti: 4.049.316 (+11.320)
Ricoverati: 2.775 (-58) di cui in Terapia Intensiva: 385 (-4)
Tamponi: 69.997.973 (+81.752)
Totale casi: 4.253.460 (+495, +0,01%)

16.03 - Italia a Wembley: i tifosi azzurri saranno solo 2000 - In attesa di capire chi sarà l'avversaria dell'Italia agli ottavi (Austria o Ucraina), il palcoscenico è già pronto. A Wembley, il 26 giugno, gli azzurri proveranno a far proseguire il sogno Europeo in una cornice che vedrà sugli spalti del leggendario impianto londinese 22.500 tifosi. E' questa la capienza massima consentita dalle regole anti-Covid, in un impianto che al massimo può ospitare 90mila persone. I sostenitori azzurri saranno al massimo 2000. Un numero ridotto a causa di restrizioni sanitarie e rigide regole in fatto di tamponi e quarantena previste in Inghilterra. Per questo sono esclusi tifosi in trasferta, gli italiani presenti saranno solo i residenti a Londra.

12.01 - Scozia, Gilmour positivo - Tegola in casa Scozia: Billy Gilmour è risultato positivo al Covid. Il giovane centrocampista del Chelsea e della Nazionale, attualmente impegnato a Euro 2020, è stato posto in isolamento per 10 giorni e si perderà quindi la partita di domani contro la Croazia a Hampden Park.

Questo l'annuncio della Scotland National Team su Twitter:


11.08 - Tokyo 2020: ok al pubblico - All'Olimpiade di Tokyo ci sarà il pubblico all'interno degli stadi e dei palazzetti. È infatti arrivato l'ok per un massimo di 10.000 spettatori locali per ciascuna sede di gara.

10.43 - Rincon: "Sono stato dimesso dall'ospedale - Il centrocampista del Torino Tomas Rincon, ha aggiornato tutti sul suo stato di salute dopo aver contratto il Covid-19: "Ciao a tutti. Riporto la buona notizia che sono stato dimesso dopo aver superato una lieve polmonite interstiziale causata da SARS-COV2 e alcune altre alterazioni. Ora devo continuare con il processo di recupero moderato fino alla piena attività sportiva e continuare a incoraggiare i miei compagni di squadra a distanza con tutto il cuore in questa Coppa America. Grazie ancora a coloro che si sono presi cura della mia salute e buona festa del papà. ANDIAMO VINOTINTO".

LUNEDÌ 21 GIUGNO
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000