Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / roma / Calcio femminile
Tampieri fra Samp e Italia: "L'azzurro un sogno e un traguardo. E in 4 è ancora più bello"TUTTO mercato WEB
giovedì 22 febbraio 2024, 11:19Calcio femminile
di Tommaso Maschio

Tampieri fra Samp e Italia: "L'azzurro un sogno e un traguardo. E in 4 è ancora più bello"

Essere in quattro in azzurro è più bello. Di Aurora mi colpisce la testardaggine di voler fare tutto bene, al limite della perfezione. Betta è una bambina che sogna, ci è arrivata quasi senza volerlo, senza accorgersene e alla notizia della convocazione è scoppiata a piangere. Eva è stata la sorpresa, se la merita tutta. Ha 19 anni e lavora da professionista matura. Quanto a me la mia forza è la determinazione, ma non me l’aspettavo”. La portiera della Sampdria Women Amanda Tampieri ha parlato così della convocazione in azzurro (con lei ci sono De Rita, Oliviero e Schatzer) per le amichevoli contro Irlanda (domani) e Inghilterra (martedì), ai microfoni de Il Secolo XIX: “La maglia azzurra era un sogno e anche un obiettivo, non era facile specialmente dopo quanto accaduto in estate e dopo l’infortunio per cui mi sono dovuta operare a giugno alla spalla tornando in capo poi dopo tre mesi”.

Spazio poi alla Sampdoria e all’importanza che ha avuto per raggiungere questo traguardo: “È un tassello importante della mia vita, mi ha consacrato. Ora vogliamo arrivare fra le prime due della Poule Salvezza, mentre con la Nazionale voglio dare il meglio per dimostrare il mio valore e continuare il sogno. - continua Tampieri - Con le ragazze che giocano in difesa c'è un patto di sorellanza. Ci aiutiamo a vicenda e loro sanno che ci sono per coprire loro le spalle.”.


Infine un pensiero al futuro e alla vita dopo il calcio: “Sono diplomata in pasticceria e voglio aprirne una quando smetterò di giocare. L’11 febbraio era il mio compleanno e ho portato al campo un rotolo farcito di mousse al cioccolato e fragole per festeggiare con le compagne i miei 27 anni tinti d’azzurro”.