Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / roma / I fatti del giorno
Il derby degli emergenti con Palladino è di De Rossi: la Roma ora è una macchina da golTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 3 marzo 2024, 00:45I fatti del giorno
di Pierpaolo Matrone

Il derby degli emergenti con Palladino è di De Rossi: la Roma ora è una macchina da gol

"Tra gli allenatori emergenti Daniele De Rossi è tra i migliori". Pensieri e parole di Raffaele Palladino, un altro emergente, non amico di DDR solo per un pomeriggio. Ieri, allo U-Power Stadium, il nuovo allenatore della Roma ha dato ragione al collega, ex compagno di Nazionale e di corso a Coverciano. Perché nonostante un buon Monza, i capitolini fanno la voce grossa e si impongono in maniera netta, realizzano altri quattro gol e manda quattro calciatori diversi in rete: Pellegrini e Lukaku nel primo tempo, Dybala e Paredes (rigore) nel secondo.

Gol e rivincite
La Roma è tutta una rivincita. Una rivincita contro chi diceva che questa squadra non potesse giocare bene, ma dovesse essere per forza rognosa. La rivincita di capitan Pellegrini, 5 gol e 3 assist con De Rossi in panchina, anche ieri tra i migliori; la rivincita di Dybala, il vero trascinatore del 2024 con 9 reti a referto, a Monza il primo su punizione in giallorosso; la rivincita di Lukaku, Paredes, Svilar, Mancini, Ndicka e tutti gli altri. La prestazione allo U-Power Stadium è stata sensazionale.


I numeri di De Rossi
La Roma è la manifestazione del fatto che nel calcio gli allenatori e le idee contano ancora parecchio, per fortuna. Con Mourinho la Roma segnava la media di 1,6 gol a partita, con De Rossi 2,85 con il miglior attacco della Serie A dal suo sbarco come condottiero giallorosso: 20 realizzazione in 7 partite, di cui sei vinte e una persa contro la fortissima Inter. Bravo, bravissimo DDR. Principi evoluti, idee propositive e un 10 anche alla comunicazione: "Evidentemente questo era un gruppo coeso anche prima, se non lo sei non raggiungi quegli standard. Io non ho fatto niente, cerco di gestire gli essere umani intervenendo quando c'è qualcosa che non mi piace. Sono molto contento di stare con loro, magari alcuni mi hanno aiutato essendo stato anche un loro compagno".