Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / roma / Serie A
Malore N'Dicka, il prof Piero Volpi: "Medicina italiana dello sport è all'avanguardia"TUTTO mercato WEB
lunedì 15 aprile 2024, 16:45Serie A
di Tommaso Bonan

Malore N'Dicka, il prof Piero Volpi: "Medicina italiana dello sport è all'avanguardia"

"Cosa può essere successo ieri a Udine? Possono esserci stati dei traumi al torace, una forma di stress eccessivo. Oggi i nostri giocatori affrontano molte partite, è il caso della Roma che gioca sia la domenica che il giovedì, questo porta a un recupero molto breve". Lo ha dichiarato l'attuale responsabile dell'area medica dell'Inter, Piero Volpi, ai microfoni de 'La politica nel pallone' in onda su Radio Rai Gr Parlamento. "La cosa più importante è stata fatta in modo molto rapido, ovvero controllare immediatamente la situazione.

La medicina dello sport in Italia? È sempre all'avanguardia, soprattutto in ambito cardiologico, con protocolli molto severi. È sempre bene essere prudenti considerato che il calcio moderno si gioca ad alta intensità ed è ricco di impegni. Devo dire che l'argomento merita sempre un'attenzione particolare e degli investimenti particolari in campo medico per preservare la salute dei calciatori".

"Oggi - prosegue il responsabile dell'area medica dell'Inter Piero Volpi - tutti i settori sportivi e non hanno l'obbligo di avere defibrillatori, in più in campo professionistico c'è un servizio di pronto intervento dove si riesce a dare un primo intervento agli atleti, ma serve anche per i tifosi. La medicina dello sport italiana è all'avanguardia in campo europeo e mondiale".