Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / roma / Serie A
Roma-Lukaku è tempo di saluti, aspettando la ChampionsTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 21 maggio 2024, 07:45Serie A
di Dario Marchetti

Roma-Lukaku è tempo di saluti, aspettando la Champions

Ventuno gol. Come Batistuta al primo anno. Romelu Lukaku chiude all’Olimpico contro il Genoa la sua stagione. Il cartellino giallo rimediato, infatti, gli farà saltare la partita con l’Empoli, ma anche a fine partita, mentre festeggiava con i compagni la vittoria, tutto sembrava portare a pensare che quelle immagini sarebbero state le ultime di Big Rom con la maglia della Roma. Arrivato come sogno d’una notte di mezz’estate, su Romelu non c’erano opzioni per il riscatto. Prestito secco da Londra e una clausola da 37 milioni di sterline sul suo contratto stipulata col Chelsea prima di approdare nella Capitale. Dunque se i Friedkin vorranno tenere il centravanti giallorosso dovranno spendere quella cifra lì.

Difficile pensarlo oggi, servirebbe almeno la Champions per la quale la Roma è costretta a tifare Atalanta.

Ma con l’Europa League sicuramente le due strade si separeranno. Dovesse lasciare lo farebbe comunque da miglior marcatore del club in stagione con 21 reti e 4 assist, ma anche con diversi momenti no, spesso coincisi con i big match dove il belga è venuto spesso a mancare. Non nella presenza, ma nella prestazione sì. La politica della Roma, poi, sembra di decisa interruzione verso il passato. Basta prestiti con giocatori pronti, ma spazio a più investimenti in stile Baldanzi. Ecco allora che Lukaku potrebbe addirittura non rientrare nei piani della società e di De Rossi che aspettano ancora di ufficializzare il diesse. Sarà Ghisolfi, manca solo l’annuncio.