Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / salernitana / Serie A
LIVE TMW - Salernitana, Inzaghi: "Ho poca voglia di parlare, potevamo fare 2-2 con Pirola"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca 2023 @fdlcom
domenica 10 dicembre 2023, 20:58Serie A
di Luca Esposito

LIVE TMW - Salernitana, Inzaghi: "Ho poca voglia di parlare, potevamo fare 2-2 con Pirola"

In conferenza stampa parla il tecnico Filippo Inzaghi, a rischio esonero dopo l'ennesima sconfitta stagionale dei granata:

Come commentare questa gara pessima?
"Una squadra che si deve salvare non può regalare due gol del genere. Nel secondo tempo la squadra ha reagito e abbiamo tirato cuore, se Pirola faceva 2-2 probabilmente staremmo parlando d'altro anche se per 60 minuti non lo abbiamo meritato. La società e la tifoseria non meritano tutto questo, non ho voglia di parlare perchè non ci sono giustificazioni. Dobbiamo prendere esempio da Simy: era fuori lista, era tenuto ai margini e si è dimostrato un grande uomo. E' l'unica nota positiva della giornata, è l'esempio dal quale ripartire. Per il resto conosco solo una medicina: lavorare e tirare fuori il massimo".

Lei parla di reazione nella ripresa, ma il Bologna ha avuto occasioni a ripetizione per lo 0-3. A nostro avviso è stata una delle più brutte delle ultime anni, addirittura peggio di Firenze. E poi quel fallo di Dia...
"Io sono il primo responsabile. Il Bologna ha meritato di vincere, ma noi abbiamo rischiato di pareggiarla con Pirola. Oggi le chiacchiere non servono, ci ha battuto un avversario più avanti di noi a cui abbiamo regalato due gol. Io sono l'allenatore e devo riuscire a dare una svolta, sono qui da sette partite e sono convinto che ce la faremo".

Perchè la squadra non recepisce quello che lei dice?
"Nella mia carriera ho passato momenti difficili, ora devo lavorare e andare avanti. Mi dispiace molto, chiedo scusa alla società e alla tifoseria perchè sappiamo che meritano di più. Restiamo a tre punti dalla zona salvezza e siamo ancora in gioco. Devo pensare alla prossima, dopo Firenze mi aspettavo un altro tipo di gara. Da domani mattina ci concentreremo sulla trasferta di Bergamo".


Tanto nervosismo in campo, questa sera Salernitana tesa e fuori dalla partita per quello che dovrebbe dare chi deve salvarsi. E ora calendario tremendo...
"Ho parlato col presidente, ma a caldo non bisogna prendere decisione. Sono il primo che vuole uscire da questa situazione, mai avrei pensato di vedere una partita del genere. Il lavoro non basta e devo cercare di trovare la chiave".

La squadra ci crede?
"Se mi accorgessi che qualcuno non ci crede non giocherebbe. Io vedo come si allenano e nella quotidianità vedo impegno. Dobbiamo pensare gara dopo gara, purtroppo ci sono dei problemi. Sono cambiati tanti allenatori, ma non si vince da gennaio in trasferta. Secondo me ci possiamo salvare, ma se siamo quelli delle ultime due partite diventa dura. In altri momenti invece mi hanno dato risposte positive".

Problema approccio. Sarà sufficiente alzare il livello agonistico per trovare gioco e risultati? E non crede che parlare solo di atteggiamento e aspetto mentale crei un corto circuito tra pubblico e squadra?
"Quando si perde c'è poco da dire. Siamo tutti consapevoli del momento complicato. Sapevo che avrei ereditato una situazione diffiicile, ma io ci credo. .Ora si può far poco, dalla prossima partita a Bergamo dobbiamo avere un approccio diverso".

Ore 21 - Finisce la conferenza