Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / salernitana / Serie A
Delio Rossi: "La Salernitana trovi nemici negli amici. E si mettano i tappi alle orecchie"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico Gaetano
venerdì 23 febbraio 2024, 11:38Serie A
di Alessio Del Lungo

Delio Rossi: "La Salernitana trovi nemici negli amici. E si mettano i tappi alle orecchie"

Delio Rossi, ex allenatore della Salernitana, che con i granata ha conquistato anche una promozione in Serie A, è stato intervistato dall'edizione locale de Il Mattino, consigliando il tecnico Fabio Liverani dopo il brutto ko di San Siro contro l'Inter: "Ora serve mettersi i tappi alle orecchie. Conosco benissimo l'ambiente, si esalta se le cose vanno bene e si deprime quando non funzionano. Bisogna lavorare e giocare senza sentire ciò che si dice fuori. Tutti pensano che siano già retrocessi e allora bisogna scendere in campo e dimostrare".

Delio Rossi prosegue: "Paradossalmente in questi momenti le componenti devono stringersi di più e magari trovare nemici anche in coloro che si pensava fossero amici. La salvezza è obiettivo primario. Se si retrocede, retrocedono tutti e la piazza non darà meno colpe a chi è arrivato per secondo o per terzo. Liverani deve trasmettere tranquillità, non disperdere energie. Bisogna intervenire senza stravolgere tutto".


Delio Rossi non vuole sentir parlare di avversari: "Se non vinci da 10 giornate che senso ha badare alle concorrenti? La Salernitana deve raggiungere almeno 36 punti. Se le altre ne faranno di meno, buon per lei. Se saranno più brave, tanto di cappello. Più scuro della mezzanotte non può diventare".