Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / salernitana / Editoriale
Il passato è "passato", c'è da pensare solo al Bologna per evitare l'ennesima disfattaTUTTO mercato WEB
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com
sabato 9 dicembre 2023, 13:00Editoriale
di Armando Iannece
per Tuttosalernitana.com

Il passato è "passato", c'è da pensare solo al Bologna per evitare l'ennesima disfatta

Le dichiarazioni di De Sanctis al Corriere dello Sport hanno fatto discutere, inutile nasconderlo. Tra chi le considera fuori luogo e, chi invece, le ritiene espressione di sana verità, il dibattito è lungo e, probabilmente, anche un tantino stucchevole. Perchè tra meno di 36 ore la Salernitana si giocherà molte delle speranze salvezza nel match contro il Bologna, per qualità del suo gioco anche superiore rispetto alla Fiorentina.

Purtroppo, però, si pensa meno al campo giocato e tanto, forse, troppo, a quello che poteva essere e non è stato; a Paulo Sousa, ai rinforzi estivi, alla riconferma di Dia. Tanti "bla bla bla" che, oggi, davvero servono a poco rispetto all'unico obiettivo realmente plausibile da raggiungere: la salvezza in massima serie.

Restare in A è troppo importante, per la tifoseria, per il blasone della piazza, finanche per una maggiore esposizione mediatica della stessa città di Salerno. E anche per De Sanctis, per il patron Iervolino e per Inzaghi, alla ricerca della definitiva consacrazione nel massimo torneo italiano. Meglio, dunque, almeno in queste ore preoccuparsi della compagine allenata da Thiago Motta, insidiosa, brava nel palleggio e con diversi elementi in rampa di lancio. Un Bologna equilibrato, che ha nel centrocampo, Ferguson in particolare, un punto di forza notevole ma che non disdegna le folate offensive con esterni in grado di saltare l'uomo e servire l'attaccante centrale Zirkzee; quest'ultimo calciatore atipico in grado sia di andare a rete che, soprattutto, servire deliziosi assist per i compagni. Un avversario tosto ed in fiducia ma questa Salernitana può farcela ma a condizione che venga fuori quella determinazione e attenzione tattica mostrata contro la Lazio.