HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » salernitana » News
Cerca
Sondaggio TMW
Suso, Piatek e Paquetà ai margini del Milan: chi dei 3 terreste?
  Suso, ha colpi che possono ancora aiutare il Milan
  Piatek, il Milan deve ritrovare i suoi gol
  Paquetà, serve solo la giusta collocazione in campo
  Nessuno dei tre, il Milan volti pagina

CALIL: "Rosa di qualità non sfruttata a dovere, ci vediamo domenica!"

13.12.2019 16:00 di Gaetano Ferraiuolo    per tuttosalernitana.com   articolo letto 78 volte
CALIL: "Rosa di qualità non sfruttata a dovere, ci vediamo domenica!"
© foto di Dario Fico/TuttoSalernitana.com

Intervistato dalle redazioni di GranataCento e TuttoSalernitana nell'ambito della trasmissione "TuttoGranata" in onda ogni giovedì su RadioMpa, il doppio ex Caetano Calil ha fatto un'analisi interessante soffermandosi sulle critiche rivolte al reparto offensivo: "Quando si subiscono pochi gol è anche merito degli attaccanti che danno una grossa mano, allo stesso modo quando si segna poco la responsabilità è di ogni reparto. Se c'è una identità e ci sono schemi precisi possono segnare tutti, a me sembra che nell'organico ci siano giocatori di un certo livello che hanno fatto bene dappertutto. La Salernitana manca di aggressività ed incisività, talvolta sembra quasi che si accontenti di non subire. Mi sembra un limite di tutto il calcio italiano, è necessario adattarsi alle novità e alla modernità. I risultati si ottengono facendo gol".

Calil insiste su questo concetto approfondendo la sua disamina tattica: "I centrocampisti devono accompagnare la manovra offensiva, quando arriva un cross dal fondo ci devono essere almeno quattro calciatori in area di rigore altrimenti non segni. Vedo fasi difensive con 7-8 elementi, poi in attacco c'è sempre l'inferiorità numerica e questa cosa non mi piace affatto. Come ho detto prima il gioco è cambiato negli anni e ogni allenatore deve  adattarsi: gli esterni devono spingere, le mezz'ali hanno l'obbligo di trovarsi a ridosso dell'area avversaria, gli attaccanti vanno messi in condizione. E' nel complesso che qualcosa non funziona. Non sto seguendo tanto la Salernitana perchè giochiamo quasi sempre in contemporanea, ma a mio avviso la rosa ha caratteristiche offensive che non vengono sfruttate a dovere. La qualità non manca, ma chi può fare la differenza deve essere gettato nella mischia. Voglio fare i complimenti a Micai che sta disputando un grande campionato, le sue parate hanno dato un grosso contributo. So che Kiyine è un bravo giocatore, anche se per il momento ha segnato solo su rigore".

Infine una "confessione" che farà piacere ai tifosi granata: "Domenica sera sarò all'Arechi, chissà che non porterò fortuna ai granata. Approfitto della vicinanza per tornare in quello stadio, il mio affetto per la Salernitana è indiscutibile. Anche a Crotone mi sono trovato bene, preferisco non fare pronostici". 


TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Salernitana

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510