Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / salernitana / News
Luca Esposito (TuttoSalernitana) a Canale21: "A Udine il momento decisivo, la salvezza si poteva chiudere anche prima senza aspettare il Venezia"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di TuttoSalernitana.com
martedì 24 maggio 2022, 14:30News
di Lorenzo Portanova
per Tuttosalernitana.com

Luca Esposito (TuttoSalernitana) a Canale21: "A Udine il momento decisivo, la salvezza si poteva chiudere...

Luca Esposito, direttore di TuttoSalernitana, è stato ospite della trasmissione SuperSport21 in onda su Canale21, per parlare della Salernitana e dell'impresa compiuta dagli uomini di Nicola. "Nessuno credeva nella salvezza. La partita con l'Udinese è stata davvero difficile, si attendeva solo il risultato di Venezia che ha dato una grossa mano. 31 punti per la salvezza sono un dato storico, la Salernitana ci è riuscita grazie ai sette risultati utili consecutivi. Dopo il terzo gol dell'Udinese sembrava tutto molto difficile e i tifosi non hanno più seguito la squadra in campo ma erano tutti concentrati sulla gara di Venezia, sperando in un risultato positivo che poi è arrivato. A marzo, quando è arrivato Nicola, credevo poco nella salvezza. Il momento decisivo è stato a Udine, il gol di Verdi al 93' ha fatto da apripista ai successivi risultati contro Fiorentina, Atalanta, Venezia. La salvezza comunque poteva essere chiusa con una settimana di anticipo se Perotti avesse trasformato il rigore. Ricordiamo che è stato un campionato tribolato, tra i trustee, la scadenza del 31 dicembre col rischio esclusione, fino all'arrivo di Iervolino e Sabatini. Non ho mai criticato il ds, solo che abbiamo dovuto aspettare un po' prima di vedere i frutti del mercato di gennaio perchè alcuni calciatori come Fazio, Radovanovic e Verdi non erano ancora al top. Ora il futuro. Nicola ha un po' glissato sul suo futuro, vorrà vederci chiaro perchè qui ha trovato una squadra già fatta, penso voglia avere voce sul mercato. Non mi è piaciuto quando Sabatini ha detto che sarebbe andato via in caso di retrocessione, così è troppo semplice. Sul mercato io terrei Mazzocchi che ha fatto bene e può essere una risorsa, Ederson su cui è stato molto bravo il ds a pescarlo dal Brasile e su cui ci sono già squadre importanti, poi Bohinen, i due Coulibaly, Bonazzoli che dovrebbe comunque tornare alla Samp, bisogna trattenere Djuric che è in scadenza, può essere utile anche come riserva. Bisognerà prendere attaccanti importanti. In difesa, i Fazio e Radovanovic visti nell'ultimo periodo potrebbero essere ottimi rincalzi, servono poi giovani motivati. Il prossimo anno sarà una Serie A più difficile ma Iervolino credo abbia già le idee chiare. Scenografia? Bello il remake, molto emozionante. Esultanza Pereyra? È stato inopportuno andare sotto la Curva Sud, la maglietta poteva farla vedere anche in un'altra telecamera, i tifosi già erano arrabbiati per il risultato. Credo comunque che il terzo e quarto gol dell'Udinese abbiano pesato anche per il Cagliari, ho visto gli ultimi 20 minuti della partita di Venezia. Il Cagliari creava ma sprecava clamorosamente sotto porta contro un Venezia senza sette titolari e con alcuni giovani della Primavera in campo".