Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / salernitana / Editoriale
Un mese all'apertura del mercato: occorre un'attenta analisi della rosa e interventi mirati
domenica 4 dicembre 2022, 00:00Editoriale
di Valerio Vicinanza
per Tuttosalernitana.com

Un mese all'apertura del mercato: occorre un'attenta analisi della rosa e interventi mirati

Insolito dicembre di preparazione per la Salernitana, che ha appena ripreso gli allenamenti in attesa di partire per le breve tournèe turca. Squadra non ancora al completo, in attesa dei rientri dei nazionali che stanno onorando i colori granata al mondiale, con Dia e Piatek che hanno raggiunto gli ottavi della competizione iridata. 

Una lunga sosta che è sicuramente giunta in soccorso degli uomini di Nicola, che hanno potuto riposarsi e riflettere dopo i due brutti ko contro Fiorentina e Monza, che avevano fatto finire nel mirino tecnico e squadra. Una pausa che ha permesso anche di recuperare uomini importanti come Gyomber e Fazio, i quali torneranno a guidare la retroguardia dopo l'emorragia difensiva delle ultime giornate. Ai box ancora per un po', invece, l'uomo chiave di questa Salernitana, Pasquale Mazzocchi che nonostante l'operazione al ginocchio è ancora al centro di rumors di mercato. Corteggiato a lungo in estate dal Monza, il napoletano ha poi rinnovato con il club di via Allende fino al 2026 diventando un uomo simbolo di questi colori, ma lo straordinario avvio di stagione, che gli ha permesso anche la convocazione in Nazionale, ha attirato le attenzioni del Torino, pronto ad un'offerta di 3 milioni che per il momento non convince la la società.

Meno di un mese all'apertura ufficiale del mercato, per cui occorrerà un'attenta analisi della rosa per permettere un intervento mirato. Alcuni giocatori non hanno rispettato le aspettative, come Vilhena e Bonazzoli, che potrebbero fare le valigie, mentre in entrata i riflettori sono accesi soprattutto su difesa e mediana. La retroguardia necessita di innesti di una certa caratura, che possano guidare il reparto, aiutare i tanti giovani a crescere e permettere al non più giovanissimo Fazio di rifiatare. Non meno importanti le corsie laterali, dove con l'infortunio di Mazzocchi e la bocciatura di Sambia occorrono almeno due giocatori. In quest'ottica si pensa all' "usato sicuro" costituito da Zortea e Ruggeri, entrambi ai margini dell'Atalanta. Anche il centrocampo necessita di ritocchi. Il rientro di Bohinen è una manna dal cielo, ma da solo non può bastare. Data l'anemia in zona gol dei centrocampisti, occorre sicuramente una mezzala di gamba e inserimento, oltre a un metronomo in grado di far partire la manovra dal basso.

Non un'opera di ristrutturazione, dunque, ma puntellare la rosa evitando di spendere senza criterio. Alla quantità occorre adesso sostituire la qualità, per permettere alla squadra di Nicola di poter spiccare il salto definitivo e chiudere quanto prima il capitolo salvezza.