Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / sampdoria / Serie B
Cosenza, Caserta: "Non ho deciso la formazione, ma con la Samp conta una cosa. Vincere"TUTTO mercato WEB
giovedì 22 febbraio 2024, 18:04Serie B
di Claudia Marrone

Cosenza, Caserta: "Non ho deciso la formazione, ma con la Samp conta una cosa. Vincere"

Vigilia di gara per il Cosenza, che domani sarà impegnato tra le mura amiche contro la Sampdoria, nel match valevole per la 26ª giornata del campionato di Serie B. Come riporta tifocosenza.it, il tecnico dei lupi Fabio Caserta ha analizzato il match che sarà: "La gara dell’andata l’abbiamo dimenticata. Lì abbiamo fatto cose buone e meno buone, ma non conta. Quel che ha importanza è la gara di domani. Che coincide con la festa per i 110 anni del club, ci sarà un bel clima. Ma noi dobbiamo cercare di non pensarci, dobbiamo concentrarci sulla partita, contro una squadra che cambia spesso sistema di gioco. È una difficoltà in più nel preparare la gara. Ma sarà una gara giocata a viso aperto, faremo di tutto per vincere".

Andando quindi alla rosa: "Resteranno fuori sia Cimino sia Meroni, ancora non recuperati al 100%. Cosa ha Meroni? Non entro nel merito, in quanto è un problema medico riguardante il flessore. Io alleno i giocatori che mi dà a disposizione lo staff sanitario. A ogni modo, rientra Marras. Fontanarosa si è allenato bene come sempre, c’è la possibilità di vederlo dall’inizio. È giovane, è vero che ha commesso qualche errore ma è normale, ha fatto delle buone partite".


Sulla formazione non si sbilancia: "Non ho ancora scelto, ho qualche dubbio. Ma tengo sempre conto di chi può subentrare. Ci vuole anche fortuna nello scegliere i titolari, poi può variare mezza squadra. Ci sono momenti, come col Pisa, nei quali ho deciso di non cambiare, perché c’era equilibrio. Ma chi sta in panchina ha la stessa importanza di chi sta in campo dall’inizio. Chi subentra, spesso e volentieri è determinante

Conclude poi: "Non è facile isolarsi, soprattutto nei momenti positivi. I ragazzi vivono la città, poi è anche il momento particolare dei 110 anni della storia del club. Dobbiamo essere bravi a isolarci da questo soprattutto nei 90 minuti. La festa la devono fare soprattutto i tifosi. Dobbiamo restare concentrati. Speriamo di fare una grande prestazione, di vincere e di festeggiare con loro".