Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / sassuolo / Calcio femminile
Italdonne, Giuliani su Euro '22: "Prima gara fondamentale per avere il destino nelle proprie mani"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Tullio M. Puglia
martedì 5 luglio 2022, 20:19Calcio femminile
di Tommaso Maschio

Italdonne, Giuliani su Euro '22: "Prima gara fondamentale per avere il destino nelle proprie mani"

Intervistata da UEFA TV il portiere dell’Italia Femminile Laura Giuliani ha parlato dell’Europeo che inizierà domani e che domenica 10 vedrà l’esordio delle azzurre: “Siamo cariche e pronte, abbiamo tanto entusiasmo. Sappiamo già che l'Europeo sarà ancora più competitivo rispetto al Mondiale, dove nelle prime otto ben sette erano squadre europee. Negli ultimi tre anni il livello è cresciuto ulteriormente, molte squadre sono diventate più forti e non ci saranno partite facili, per questo dovremo fare del nostro meglio utilizzando i nostri punti di forza e le nostre capacità. Francia? La prima partita è fondamentale perché ti dà la possibilità di ottenere un risultato che ti metterà in una posizione di forza nel girone. Così poi non bisognerà cercare disperatamente di ottenere buoni risultati nelle successive due partite, come invece toccherebbe fare in caso di sconfitta all’esordio. Partire indietro significa dipendere da quello che fanno le altre, mentre partire con un buon risultato ti permette di prendere in mano il girone, il destino è nelle tue mani. - continua Giuliani – La nostra forza è il gruppo, durante una partita c’è sempre qualcuno che, grazie alla qualità individuale o al lampo di genio, riesce a creare qualcosa dal nulla. Non abbiamo una fuoriclasse, una che può decidere da sola la gara, ma abbiamo un gioco collettivo che è il nostro punto di forza. Giochiamo in maniera aggressiva e propositiva, vogliamo sempre attaccante e giocare tanti uno contro uno a tutto campo, ma ovviamente dobbiamo stare attenti a non scoprirci per i contropiedi. Quindi, mentre lavoro per coprire lo spazio, cerco di aiutare le mie compagne di squadra dando loro fiducia e rimanendo più avanti in modo che sappiano che sono lì dietro di loro per coprire loro le spalle".