Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / sassuolo / Serie A
Sassuolo in Serie B, addio ai veterani dello spogliatoio. Ferrari lascia, Consigli rifletteTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 20 maggio 2024, 18:00Serie A
di Dimitri Conti

Sassuolo in Serie B, addio ai veterani dello spogliatoio. Ferrari lascia, Consigli riflette

Il Sassuolo nella giornata di ieri ha appreso con dispiacere la notizia della matematica certezza di dover ripartire dalla Serie B nella stagione prossima. I neroverdi così retrocedono per la prima volta nella loro storia dalla massima divisione italiana, una situazione che rischia di avere enormi ricadute sulla prossima sessione estiva di trasferimenti degli emiliani.

Si prospetta rivoluzione e si preparano a dare il loro addio i principali senatori dello spogliatoio negli ultimi anni. Ha il contratto in scadenza, per esempio, Gian Marco Ferrari (32 anni). Il capitano in questa stagione non ha ripetuto le prestazioni delle ultime, trascinato anch'esso nelle difficoltà vissute dal gruppo, e sembra ormai inevitabile il suo addio. Punta a ricominciare da zero altrove, può diventare un'occasione invitante, un rinforzo d'esperienza per alcune squadre della prossima Serie A.


Possibile passo d'addio anche per Andrea Consigli (37 anni). Ormai più vicino ai quarant'anni che ai trenta, l'estremo difensore classe 1987 ha mantenuto un livello di rendimento nel segno dell'affidabilità nonostante la crisi di risultati prolungata. Davanti a lui, però, c'è una scelta personale più grande: continuare a giocare oppure appendere gli scarpini (nel suo caso, più i guanti) al chiodo e iniziare una seconda parte di carriera nel calcio come collaboratore tecnico. Discorso simile per l'altro portiere, Gianluca Pegolo, quest'ultimo addirittura over quaranta (ha 43 anni).