Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / serie b / Primo piano
Serie A e Serie B: come cambia la “geografia”. Il massimo campionato sempre più ristretto a poche regioni e del centro-nordTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Image Sport
venerdì 24 giugno 2022, 19:00Primo piano
di Christian Pravatà
per Tuttob.com
fonte Rainews.it

Serie A e Serie B: come cambia la “geografia”. Il massimo campionato sempre più ristretto a poche regioni...

Serie A e Serie B. I campionati italiani di calcio, massima serie e serie cadetta. Ma il cambiamento in atto nel mondo del calcio sta cambiando profondamente anche l’aspetto complessivo delle competizioni.

Sempre di più il campionato nazionale appare essere quello di Serie B. Mentre la Serie A via via si sta trasformando in una sorta di “super lega” nostrana.
Basta un colpo d’occhio alla “geografia” delle squadre iscritte e uno sguardo ai numeri.

Serie A: 20 squadre iscritte provenienti da 10 regioni italiane su 20. E solo 3 squadre sono nel mezzogiorno d’Italia. Completamente assenti le isole. La Lombardia guida con ben 5 squadre: 1 su 4, il 25%.

Serie B: 20 squadre iscritte provenienti da 14 regioni. Con una distribuzione omogenea su tutto il territorio nazionale: da nord a sud. Dal Trentino Alto Adige, con la novità Sud Tirolo, fino alla Sicilia, passando per Umbria e Sardegna. Nessuna regione iper-rappresentata: il record appartiene all’Emilia Romagna con 3 squadre. Colpisce l’assenza di team provenienti dal Piemonte.

Ci sono invece 4 regioni che non partecipano a nessuno dei due campionati: Valle D’Aosta, Abruzzo, Molise e Basilicata.