Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / serie b / Cosenza
Cosenza, Dionigi: "A Reggio dovremo essere noi stessi, con un pizzico di malizia e cattiveria in più"TUTTOmercatoWEB.com
Dionigi
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 7 ottobre 2022, 18:15Cosenza
di Marco Lombardi
per Tuttob.com

Cosenza, Dionigi: "A Reggio dovremo essere noi stessi, con un pizzico di malizia e cattiveria in più"...

Alla vigilia del derby con la Reggina, Davide Dionigi, tecnico del Cosenza ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in conferenza stampa: "Quando si parla di percorso di crescita, non bisogna fermarsi al risultato, alla sconfitta o alla vittoria. Ci sono delle sfaccettature da vedere in ogni partita. In alcune siamo stati meno belli, altri di più, in alcune abbiamo raccolto meno di quanto meritavamo. Con il Como è stato un secondo tempo di maturità. Il percorso va avanti anche quando si perde. Bisogna aumentare l’autostima dei ragazzi, lo si fa attraverso le prestazioni e le squadre, gli ambienti che affronti. Non dobbiamo dimenticare da dove siamo partiti e che siamo ancora all’ottava partita, ma io ho visto decisi miglioramenti in tanti giocatori.

La Reggina in casa le ha vinte tutte, ha segnato tante reti e va dato merito a chi la guida e a chi ha costruito una squadra molto importante. Dobbiamo cercare di essere noi stessi, come lo siamo stati fino adesso, con i pregi e i difetti. Ci siamo esaltati nella normalità, ovvero in tutte quelle cose per le quali lavoriamo sin da inizio anno, ad esempio sulla fase difensiva e sul sacrificio. Non dobbiamo uscire da questo ambito, altrimenti si rischiano brutte figure. Queste sono le nostre armi, alle quali aggiungere un pizzico di malizia e di cattiveria in più. Nasti e Larrivey insieme? Ci possono essere gare con due punte dall’inizio, se di gamba o di struttura dipende dalle situazione. C’è da dire che in corsa le abbiamo sempre messe. È un’opzione alla quale lavoriamo anche durante la settimana.

La Reggina sviluppa un gioco molto veloce, con ripartenze importanti, basandosi sulla qualità dei tanti giocatori in rosa, orchestrati bene dall’allenatore. Hanno ricambi importanti. È una squadra che come detto ambisce a traguardi importanti, quindi è normale abbiano queste possibilità”.