Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / serie b / Catanzaro
GdS: "Il Catanzaro ospita il Pisa con la voglia di restare in alta quota"TUTTO mercato WEB
Vivarini
sabato 9 dicembre 2023, 10:02Catanzaro
di Marco Lombardi
per Tuttob.com

GdS: "Il Catanzaro ospita il Pisa con la voglia di restare in alta quota"

"Il Catanzaro ospita il Pisa con la voglia di restare in alta quota", titola la Gazzetta del Sud. 

Vivarini: «Match complicato». Recuperati Biasci e Ghion che giocheranno dal 1’.

Magari il bello deve ancora venire. Dopo il derby e Palermo, ultimi due degli otto successi ottenuti in campionato, il Catanzaro può permettersi di continuare ad andare avanti con il suo calcio frizzante e dall’alta resa. Senza pressioni, come al solito, che poi è la cosa che più consente ai giallorossi di esprimere tutto il proprio potenziale. Ce n’è bisogno anche oggi pomeriggio contro il Pisa, altra big che si presenta al “Ceravolo” con una classifica meno brillante di quanto ci si aspettasse a inizio stagione.
«Ormai Palermo è il passato – ha detto Vincenzo Vivarini –, è stata una bella soddisfazione vincere al “Barbera”, i ragazzi l’hanno approcciata bene tirando fuori le loro qualità, però questa gara col Pisa è complicata, difficile, ci troviamo davanti un avversario che lavora in modo diverso dagli altri e abbiamo dovuto lavorare diversamente anche noi per prepararci bene».

I toscani hanno assenze pesanti («Ma non influiscono, hanno una rosa importante», ha sottolineato il coach giallorosso), il Catanzaro ha recuperato Biasci e Ghion («Stanno benissimo») e si presenta alla penultima in casa dell’anno solare con lo stesso undici delle due gare precedenti, schierato naturalmente con il 4-4-2 che poi si può disegnare in più modi, come spesso ha fatto. Stavolta si annuncia una battaglia per governare il pallone: «Il Pisa è la seconda per possesso palla del torneo (proprio dopo le Aquile, ndr), ha principi di gioco che possono crearci problemi e mi aspetto anche che cambi qualcosa rispetto alle ultime uscite. Aquilani ha fatto bene alla Primavera della Fiorentina e ha dimostrato di essere un ragazzo sveglio e intelligente, quindi bisogna avere piglio e attenzioni differenti, la capacità di leggere bene le situazioni ed essere bravi a imporre i nostri concetti».

Pompiere.

Anche se il quarto posto fa sognare, il discorso del tecnico abruzzese è sempre lo stesso, da una parte finalizzato a togliere un po’ di pressione ai suoi, dall’altro realistico perché il Catanzaro è pur sempre una matricola dal budget abbondantemente minore rispetto alle big e allo stesso Pisa: «Il nostro obiettivo è consolidare la categoria e valorizzare qualche ragazzo, è questo cui ambiamo in questo momento anche se la squadra non specula mai e pensa sempre a vincere. Troppe volte, comunque, ho visto chi era in testa all’andata rischiare di retrocedere al ritorno, l’equilibrio in B è sempre sottilissimo, di conseguenza piedi per terra e cerchiamo di fare punti il più possibile», ha avvisato Vivarini [...].