Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / serie b / Serie B
Il risveglio del bomber. I tre gol di Brunori come certificazione delle ambizioni del PalermoTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 27 settembre 2023, 15:19Serie B
di Luca Bargellini

Il risveglio del bomber. I tre gol di Brunori come certificazione delle ambizioni del Palermo

Che il Palermo sia una delle formazioni più forti e accreditate della Serie B è un dato di fatto difficilmente contestabile. Una squadra capace di fare 13 punti in sei gare, perdendo solo col Cosenza a causa di un capolavoro balistico di Luigi Canotto, ma riuscendo ad avere la meglio su Reggiana, Feralpisalò, e Ascoli, impattando solo alla prima giornata contro il Bari sul prato del 'San Nicola'. Una squadra, quella di Eugenio Corini, che è riuscita ad ottenere tutto questo senza usufruire dei gol del proprio bomber. A riprova quella qualità del roster costruito in estate dal City Group.

Se poi, in una sera di fine settembre nella stupenda cornice della Laguna di Venezia, si accende anche il bomber sopra citato, registrato all'anagrafe con il come di Matteo Luigi Brunori nato a Macaè, piccolo comune nello stato di Rio de Janeiro, in Brasile, ecco che le potenzialità dei siciliani spiccano ancora di più. Il 9 rosanero dopo sei gare lontano dal tabellino dei marcatori ne rifila tre ad una delle migliori difese del torneo. Come se fosse una cosa normale. Una cosa che accade tutti i giorni. Ma che invece non lo è.


E se l'ex Juventus e Virtus Entella dovesse fare atto di presenza anche contro il Sudtirol di Pierpaolo Bisoli, statisticamente una delle squadre più rognose in fase difensiva dell'intera categoria, ecco che a Palermo, per buona pace dello stesso Corini, dovranno prendere atto dell'evidenza. I favori del pronostico non piacciono a nessuno, per scaramanzia e non solo, ma in certi casi è davvero difficile evitarli.