Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / serie c / Il Punto
Dalla A ai play off di Serie C, la parola d'ordine è equilibrio. Al momento non si vede una dominatrice all'orizzonte: la corsa alla B è più incerta che maiTUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 18 maggio 2022, 00:00Il Punto
di Tommaso Maschio
per Tuttoc.com

Dalla A ai play off di Serie C, la parola d'ordine è equilibrio. Al momento non si vede una dominatrice...

È l'equilibrio a farla da padrone in questi play off di Serie C. Probabilmente mai come in questa stagione non esiste una squadra che possa essere considerata la favorita assoluta per la promozione, né tantomeno si vede una dominartice assoluta. Lo avevano dimostrato nel turno precedente Monopoli, Entella e Feralpisalò capaci di eliminare le più blasonate e quotate Cesena, Foggia e Pescara. Lo hanno confermato i risultati della serata odierna dove il fattore campo in tre casi su quattro non ha avuto alcun peso e in cui tutto resta aperto in vista delle gare di ritorno: sono infatti arrivate tre vittorie esterne – Palermo, Catanzato e Padova – tutte di misura, come di misura è stato l'unico uno in schedina, quello della Ferlapisalò.

Un equilibrio che rende i play off ancora più avvincenti del solito con le big che non possono distrarsi o sottovalutare nessuno e le cosiddette piccole pronte a sovvertire i pronistici e regalarsi la continuazione di quel sogno che si chiama Serie B. Equilibrio che accende ancor di più l'interese e che richiamerà nelle gare di ritorno un grande pubblico con il Palermo che proverà a eguagliare se stesso, sommando un record dietro l'altro (nessuno sotto la Serie A può vantare i numeri fatti dai rosanero) e che farà bene anche agli ascolti tv.

Un equilibrio che in questa stagione è stato marca stilistica un po' in tutte le serie: in A a una giornata dal temine del resto sono ancora da decidere Scudetto, qualificate in Europa League (Roma o Fiorentina?) e ultima retrocessa (Cagliari o Salernitana?); in Serie B la qualificazione si è decisa all'ultima giornata, così come la terza retrocessa e le due contendenti ai play out e anche nei play off e i play out finora nessuna ha conquistato vittorie nette; così si prospetta anche in Serie C con Palermo, Catanzaro e Padova che partiranno con il vantaggio di poter anche perdere di misura in virtù del risultato dell'andata e del miglior piazzamento in stagione, mentre la Reggiana sarà chiamata solo a vincere contro una FeralpiSalò che potrebbe essere la sorpresa, ma non troppo, di questa coda della stagione. La corsa alla Serie B è così più incerta che mai e da seguire tutta d'un fiato senza distrazioni.