Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / serie c / Girone A
DG Trento: "Non capita spesso di vedere un rinnovo di 5 anni in C"TUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 29 giugno 2022, 15:30Girone A
di Marco Pieracci
per Tuttoc.com

DG Trento: "Non capita spesso di vedere un rinnovo di 5 anni in C"

Sul rinnovo quinquennale col Trento del capitano Andrea Trainotti si è espresso così il direttore generale del club gialloblù Corrado Di Taranto: “Non capita sovente che un Club di serie C decida di sottoscrivere un accordo di tale durata con un calciatore, ma la nostra è una scelta dettata dalla volontà di rendere capitan Trainotti un simbolo e un punto fermo del Trento nei prossimi anni. Andrea è prima di tutto un giocatore importante per questa categoria, come testimonia il suo background sportivo ma, aspetto altrettanto decisivo, un uomo dai grandi valori. Nelle tre stagioni che ha trascorso in maglia gialloblu ha dimostrato un enorme attaccamento alla maglia: nel 2019, con oltre 120 presenze in serie C, più di sessanta in serie D con un campionato vinto, ha accettato di scendere in Eccellenza. Nelle ultime due stagioni è stato il capitano di una squadra che ha prima vinto il campionato di Quarta Serie e poi centrato la salvezza tra i professionisti, mettendosi sempre a disposizione del Club, dello staff tecnico e dei compagni. Mai una parola fuori posto, mai un atteggiamento sopra le righe, mai un comportamento sbagliato: i valori di Andrea, il nostro capitano, sono quelli del Trento ed ecco perché vogliamo che lui diventi il simbolo, l’immagine, il volto di un Club che sta crescendo, passo dopo passo. E per farlo c’è bisogno anche di persone come Andrea, dentro e fuori dal campo”.