Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Girone C
Top & Flop di Avellino-GelbisonTUTTOmercatoWEB.com
Mamadou Kanoute, Avellino
© foto di Andrea Rosito
domenica 11 settembre 2022, 19:40Girone C
di Emmanuele Sorrentino
per Tuttoc.com

Top & Flop di Avellino-Gelbison

Pari e patta al Partenio-Lombardi di Avellino, dove la formazione di mister Taurino non va oltre lo 0-0 contro la matricola Gelbison, nel derby campano valido per la seconda giornata del campionato di Serie C girone C, rinviando ancora una volta l'appuntamento con la vittoria.

Prima frazione di gioco avara di emozioni: gli ospiti si affacciano dalle parti di Marcone al 5' con Sane, il cui destro a giro termina alto; i padroni di casa, invece, si propongono con Casarini su punizione, che calcia con il destro e colpisce incredibilmente il palo. Per vedere un'azione degna di nota bisogna attendere qualche minuto prima della mezz'ora quando Di Gaudio con il destro di controbalzo, da buonissima posizione, spedisce la sfera in curva. De Sena poco dopo ci prova ricevendo palla da punizione, ma Marcone è attento. Primo tempo che si chiude con mister Taurino contrariato per la prestazione dei suoi, che escono alla stregua tra i fischi del pubblico di casa.

Subito doppio cambio per gli ospiti, che trascorsi 5' dall'inizio della ripresa, inseriscono Kyeremateng e Fornito per Sane e un acciaccato Foresta. Risponde l'Avellino inserendo Ricciardi e l'esordiente Gambale al posto di Rizzo e Murano. Il trend non cambia, anzi l'Avellino cambia ancora con l'ingresso di Dall'Oglio per Franco. La Gelbison si chiude in difesa inserendo Marong e Savini per Statella e Graziani. Il match stenta a decollare, mister Esposito manda in campo anche Sorrentino. Sul finire del match Tito spreca l'incredibile calciando malamente la sfera giuntagli da un cross dalla destra di Ricciardi. Quasi allo scadere, Taurino si gioca le carte Trotta e Guadagni al posto di Di Gaudio e Tito. Nei cinque minuti di recupero concessi dall'arbiro Ubaldi non accadrà più nulla. L'Avellino conquista il primo punto stagionale, ma rinvia al contempo l'appuntamento con la vittoria e il pubblico rumoreggia per la prestazione opaca dei biancoverdi. Gelbison che fa la storia con il primo punto della sua esistenza in Serie C su un campo particolarmente ostico: questo fa ben sperare per il prosieguo del torneo e in ottica salvezza.

Nel prossimo turno di campionato, l'Avellino farà visita, nel match infrasettimanale di mercoledì 14, al Monopoli alle ore 20.30; la Gelbison, invece, ospita al Torre di Pagani il Potenza alle ore 21.00

Ecco i Top & Flop del match:

TOP

Mamadou Yaye Kanoute (Avellino): l'attaccante senegalese è una spina nel fianco per la difesa vallese, quando parte arrivano pericoli costanti per i centrali rossoblu. Manca solamente la rete per incorniciare una prestazione. IMPRENDIBILE

La difesa della Gelbison: prestazione impeccabile da parte della retroguardia di mister Esposito. Cargnelutti, Bonalumi e Gilli non fanno passare nulla, rendendo la vita difficile alle punte irpine. Un match disputato con grande esperienza, permettendo ai rossoblu di tornare a casa con il primo punto stagionale. IMBATTIBILI

FLOP

Fabio Tito (Avellino): manca la spinta del classe '93, apparso sottotono e poco incisivo. Una prestazione assolutamente da dimenticare per il terzino biancoverde. SPENTO

L'attacco della Gelbison: pochissime occasioni per le punte rossoblu, in un match probabilmente studiato più ad evitare di prenderle anziché realizzare qualche rete. Con una gara comunque quasi perfetta, senza particolari sbavature, la formazione di mister Esposito non sfigura al cospetto di un Avellino poco reattivo, ma la nota stonata è la poca prolificità sotto porta. IMPRECISI

RIVIVI LE EMOZIONI DEL MATCH!