Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Interviste TC
INTERVISTA TC - Piacenza, Cosenza: "Nessun dramma ma dobbiamo svoltare"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
lunedì 26 settembre 2022, 21:00Interviste TC
di Raffaella Bon
per Tuttoc.com

INTERVISTA TC - Piacenza, Cosenza: "Nessun dramma ma dobbiamo svoltare"

Francesco Cosenza, esperto difensore del Piacenza, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di TuttoC.com per fare il punto sulla squadra biancorossa:

"Non dobbiamo fare drammi, non mi piace dire che siamo in un momento delicato, lo sono ben altri. È comunque un momento importante, nel quale dobbiamo dare dimostrazione di compattezza nelle difficoltà. Che ci sono. La squadra è fatta per la maggior parte da ragazzi nuovi, bisogna avere la pazienza di aspettare affinché questo diventi un gruppo vero. E ci possiamo arrivare solo attraverso le partite. Non facciamo drammi, rendendoci conto che andiamo verso la sesta giornata e dobbiamo dare una segnale. Gli episodi non sono al momento a favore nostro, nell'ultima gara avremmo meritato la vittoria che ci avrebbe dato anche morale. Non dobbiamo cercare alibi ma cercare quell'episodio che possa permetterci di sbloccarci, così da lavorare sereni e toglierci di dosso la pressione. Che non deve pesare più di tanto, abbiamo tutto il tempo per riprenderci". 

Il tuo momento personale? 
"Non posso essere contento perché sono un difensore, e un difensore non ama prendere gol. Non amo perdere e stare nei piani bassi. Anche se oggi la classifica non la guardo. Non sono contento ma sono consapevole che bisogna lavorare, toccare i tasti giusti, io metto a disposizione la mia esperienza nei confronti dei ragazzi, di chi sta crescendo. Non è semplice perché i ragazzi crescono in maniera diversa rispetto a me, sono comunque positivo". 

La prossima gara?
"Una gara tosta come lo sono tutte. A maggior ragione quando giochi contro una neo promossa, che sta facendo benissimo, con giocatori di categoria. Siamo chiamati a rispondere presente contro una squadra che ha tutto da guadagnare. Chi gioca contro il Piacenza ci mette sempre qualcosa in più, è una piazza che va al di sopra della categoria. Ci giocheremo tanto in questa gara, non possiamo più sbagliare. Dobbiamo mettere un mattoncino dopo l'altro e migliorarci. Nella scorsa gara ci sono stati segnali positivi, adesso dobbiamo fare qualcosa in più". 

Cosa pensi delle gare al mattino?
"Dovesse accadere, non possiamo esserne contenti. Innanzitutto significa minor affluenza allo stadio, i tifosi sono l'essenza del calcio. Personalmente a me non piace. Ma siamo legati alla situazione che stiamo vivendo, servirà a risparmiare. Da egoista dico che non mi piace. Se bisogna pensare ad aiutare i club, a tutelarli sotto l'aspetto economico, lo faremo. Siamo protagonisti ma non lo siamo in queste scelte".

Un commento sul Girone A?
"Tosto. Ci sono tre o quattro squadre attrezzate per vincere il campionato, puntano al primo posto e hanno fatto investimenti importanti per la categoria. Subito dietro c'è la bagarre".