Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Girone C
Top & Flop di Benevento-FoggiaTUTTO mercato WEB
TOP BENEVENTO: Eric Lanini
© foto di Sinisa Erakovic/Foto Olimpia
sabato 2 marzo 2024, 22:55Girone C
di Francesco Ragosta
per Tuttoc.com

Top & Flop di Benevento-Foggia

Il Benevento non sbaglia e sfrutta alla perfezione il fattore “Vigorito” superando 1-0 il Foggia, trovando la quinta vittoria nelle ultime sei partite giocate davanti ai propri tifosi e consolidando il secondo posto in classifica. Per i sanniti è il terzo successo di fila e soprattutto il decimo risultato utile consecutivo. Tre punti pesantissimi per la squadra di Auteri (imbattuto dal suo arrivo in panchina) che possono continuare a sperare in una clamorosa rimonta sulla Juve Stabia capolista, ora avanti quattro punti. L’obiettivo di mettere pressione alle Vespe è stato ampiamente raggiunto. Per il Benevento una vittoria importante, anche perché arrivata al termine di una partita molto sofferta ed equilibrata e in cui nel primo tempo il Foggia ha avuto le migliori occasioni per passare in vantaggio. I padroni di casa, infatti, hanno provato a gestire il possesso palla fin dai primi minuti, faticando però a creare pericoli dalle parti di Perina. La prima chance per segnare l’hanno avuta gli ospiti con un tiro da fuori di Millico, respinto da Paleari con l’aiuto del palo, ma il portiere giallorosso è stato ancora più bravo poi ad opporsi al tap-in a botta sicura di Santaniello. La squadra di Cudini ha sfiorato il vantaggio prima dell’intervallo anche con Schenetti che ha impegnato Paleari con un diagonale insidioso e poi con Salines che di testa su azione da calcio d’angolo ha mandato la palla di poco a lato. Nella ripresa, il Benevento ha iniziato con tutt’altra voglia. Prima ha sfiorato il gol con un colpo di testa di Berra respinto con i piedi da Perina e poi l’ha trovato al 55’ con Lanini, L’attaccante giallorosso ha sfruttato un’imbucata perfetta da destra di Improta per superare l’incolpevole Perina. In vantaggio, il Benevento ha provato a gestire il risultato rischiando nel finale quando il Foggia ha spinto e sì è fatto pericoloso con le conclusioni di Riccardi e Millico che però non sono riuscite ad impensierire Paleari. Per la squadra di Cudini è un ko che interrompe la striscia di tre vittorie consecutive e che probabilmente fa abbandonare ai rossoneri le ultime speranze di agganciare la zona playoff. Il rendimento in trasferta dei Satanelli resta disastroso, questa è la sesta sconfitta nelle ultime sette partite giocate fuori casa. Non è bastata neanche la buona prestazione di stasera per invertire il trend. Ecco Top e Flop della gara.

TOP

Lanini (Benevento): risolve una serata difficile per sé e per i suoi compagni con una sola giocata, ma decisiva. Freddissimo nel superare Perina in uscita. E’ l’unica vera occasione che gli capita nell’ora di gioco che Auteri gli concede e non la sbaglia. Da quel momento conta poco o nulla le difficoltà avute fin lì a trovare spazi nell’attenta difesa rossonera. Può diventare un fattore nella lotta per la promozione, lui sa già come sì fa a vincere un campionato. KILLER INSTICT

Millico (Foggia): tutti i pericoli creati dai rossoneri partono dai suoi piedi. Paleari e il palo gli negano il gol nel primo tempo. Ogni volta che prende palla sembra poter creare un pericolo. Cala nella ripresa, ma è l’unico che sembra mettere in difficoltà la difesa avversaria. Anche nel finale è sfortunato quando una sua girata al volo trova il corpo di un difensore avversario a negargli il gol. PROPOSITIVO

FLOP

Nardi (Benevento): insolitamente impreciso. Sbaglia tanti passaggi, anche semplici e sono errori che sorprendono per un giocatore del suo livello. Se i giallorossi faticano a ripartire molto è dovuto alla sua serata poco fortunata. Paga probabilmente anche la serie di partite giocate dopo una prima parte di stagione in cui è stato utilizzato poco. STANCO

Santaniello (Foggia): ha la grande chance per portare in vantaggio i rossoneri a metà primo e la spreca malamente calciando addosso al portiere. Ottimo l’intervento del portiere, ma lui poteva fare di più. Forse l’errore lo condiziona, ma sì eclissa dalla partita non riuscendo più a rendersi pericoloso. SPRECONE