Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / serie c / Girone A
Triestina, Bordin: "Ai playoff non puoi permetterti di prender gol in contropiede"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
sabato 20 aprile 2024, 23:30Girone A
di Valeria Debbia
per Tuttoc.com

Triestina, Bordin: "Ai playoff non puoi permetterti di prender gol in contropiede"

Pari in extremis per la Triestina in casa contro il Novara, ma sogni di terzo posto sfumati di fronte all'aritmetica che dice: rossoalabardati a quota 64, Vicenza a 68. Quattro punti che non possono essere più colmati con una sola gara da disputare. E quarto posto aggiudicato dalla squadra di Roberto Bordin che in sala stampa ha quindi dichiarato: "Il pareggio nel finale sicuramente è stato importante, però volevamo regalare la vittoria a questo pubblico che ci ha incitato fino alla fine ed anche a partita terminata, quando i ragazzi sono andati a ringraziarli. La squadra ha cercato di fare la partita per tutto l'arco della gara, trovandosi sotto due volte su due ripartenze e riuscendo a recuperare lo svantaggio. In altre situazioni non si è mai rischiato ma su quelle dove si è preso gol bisogna lavorare e molto, perché in prospettiva playoff è qualcosa che non va bene sicuramente.

Sui loro gol abbiamo commesso errori tecnici nei passaggi, lasciando poi campo a loro che sono stati bravi nell'inserirsi. Siamo stati bravi a recuperare subito nel primo tempo con carattere, nella ripresa abbiamo subìto un'altra ripartenza commettendo l'errore di lasciare l'uno contro uno con tanto campo. Abbiamo giocato molto nella loro trequarti trovando davanti sempre un muro, con l'intera squadra avversaria a difendere negli ultimi venticinque metri. Abbiamo provato a sfondare centralmente senza però trovare spazi, si doveva allargare maggiormente il gioco e su una palla giocata sulla fascia poi è nato il gol del pareggio.



Bisogna fare tesoro degli errori e imparare a livello di mentalità, ai playoff si partirà da una gara secca e non puoi permetterti di rischiare di prendere un gol in contropiede due contro due o tre contro tre. Bisogna sempre essere equilibrati, oggi la spinta del pubblico è stata importante e ti portava a voler dare quel qualcosa in più, dobbiamo cavalcare questa spinta ma senza perdere equilibrio, perché oggi è successo due volte e si sono presi due gol.

Ho provato ad inserire giocatori offensivi con caratteristiche diverse, inserito Pavlev per dare maggior freschezza sulla fascia, davanti c'era un squadra arroccata nella propria area con difensori molto fisici e trovare spazi è stato davvero difficile, sia palla a terra che attraverso i lanci. Il cambio di El Azrak? Era piuttosto stanco e ho inserito D'Urso per dare forze fresche in un ruolo simile, seppur con caratteristiche diverse. Rayan ha comunque giocato bene spendendo molto, ogni tanto dovrebbe provare maggiormente il tiro da fuori ma l'ho tolto per una questione di stanchezza e per non voler rischiare nessun eventuale problema fisico
".